it.planet.wikimedia

July 29, 2016

Notiziole di .mau.

semafori e faidatè

Non essendo ancora riuscito a capire a chi segnalare il semaforo malmesso in piazza Stati Uniti d’America, e aizzato dal mio collega Damiano, oggi a pranzo gli ho dato un po’ di botte e ora punta nella direzione giusta (anzi qualche grado oltre, ma non si può pretendere una grande precisione dal sottoscritto). In effetti ha troppo gioco, ci credo che l’imbecille di turno l’abbia girato.

Aggiungo che nessuno mi ha fermato, nonostante il teorico spiegamento di forze dell’ordine.

by .mau. at July 29, 2016 11:42 AM

Associazione S.O.L.E.

Un paio di settimane fa, mentre Anna e io passavamo attraverso il mercato di via Eritrea, ho visto una macchina ferma, con uno striscione di una “Associazione S.O.L.E.”. La mia religione mi vieta di chiedere informazioni sul posto, così mi sono mentalmente annotato il nome e sono andato (con la calma che è la virtù dei forti) a cercare informazioni in rete.

I risultati sono stati strani. L’associazione S.O.L.E. (Società Onesta Libera Etica) esiste. I suoi scopi mi ricordano qualcosa, a parte le virgole a caso: 🙂

«S.O.L.E. nel suo obbiettivo principale vuole quindi dare, finalmente il potere al popolo, quel potere che in Italia il popolo non ha mai avuto. Ciò potrà avvenire attraverso la realizzazione di un progetto politico che preveda, la totale liberalizzazione dell’informazione, una profonda riforma delle istituzioni, nel sistema elettorale, nelle funzioni dei due rami del parlamento ed in alcune altre specifiche funzioni istituzionali.
Progetto che metterà gli italiani nelle condizioni di interferire sull’operato dei governi, e qualora questo si discostino ripetutamente dalla volontà popolare, porti attraverso una serie di passaggi automatici anche alla fine anticipata della legislatura ed a nuove elezioni.»

Ma se si guarda il sito Facebook esso è fondamentalente dormiente, così come il blog – lo vedete da qui. Presumo che Angelo Alessandro Palmeri, che si direbbe un nome importante all’interno dell’associazione, abbia fatto questo e questo, ma ciò non spiega non tanto come mai l’associazione si fosse persa dopo il 2015 – cose che capitano – quanto la sua inaspettata presenza due settimane fa. Qualcuno ne aveva mai sentito parlare?

by .mau. at July 29, 2016 04:14 AM

July 28, 2016

Notiziole di .mau.

il colpo di stato in Turchia

La notizia di oggi è che il governo turco ha chiuso più di cento tra giornali, tv, riviste e altri media. Ma d’altra parte ricordo che ai docenti universitari è stato tolto il passaporto – qui potete leggere il messaggio di Betül Tanbay, presidentessa della Società Matematica Turca, e quanto scritto dal Consiglio scientifico dell’Unione Matematica Italiana.

Questo giusto per ricordare a tutti cosa sta succedendo a due passi da casa nostra.

by .mau. at July 28, 2016 01:25 PM

provateci voi, a segnalare un semaforo malfunzionante

All’incrocio tra via della Moscova e piazza Stati Uniti d’America (lato filiale BPM), il solito imbecille ha girato il semaforo che indicherebbe ai pedoni quando attraversare la via, il che rende la cosa pericolosissima. Uno potrebbe pensare che con la quantità di polizia che gira da quelle parti data la presenza dei consolati americano, francese e giapponese e la sede dell’Agenzia delle Entrate qualcuno se ne fosse accorto, ma a quanto pare non è così.
Io sono un cittadino responsabile, e ho cercato di segnalare la cosa. Al sito del Comune di Milano – sezione “Contattami” – ho fatto la segnalazione l’altro ieri, ma non mi è nemmeno arrivato un cenno di risposta: strano, visto che la faccio da utente registrato. Il mio amico Massimo mi ha detto che sono quelli di A2A a gestire i semafori: bene, ho pensato, vado sul sito e faccio la segnalazione. Peccato che a2a.eu è evidentemente studiato per chi vuole diventare cliente o nella peggiore delle ipotesi per chi è già cliente e ha un guasto: o almeno io non sono riuscito a trovare nulla.
Non è che forse ci sia qualcosa di profondamente sbagliato in tutto questo?

by .mau. at July 28, 2016 02:04 AM

July 27, 2016

Notiziole di .mau.

Addio Salone del Libro a Torino?

Leggo sulla Stampa che l’Associazione Italiana Editori ha deciso: si lascia perdere il Salone del Libro di Torino (che se si terrà ancora sarà più che altro una fiera di campagna) e si fa il grande progetto MiBook, di cui non si sa ancora nulla ma deve essere sicuramente una figata. Pesano tutti gli scandali torinesi, pesano i costi (ma davvero l’affitto del Lingotto, nonostante uno sconto del 50% appena generosamente offerto, è il triplo di quello della Fiera, come dice la Busiarda? Repubblica non è d’accordo), ma immagino pesino soprattutto i grandi gruppi, Mondadori-RCS in primis ma anche GeMS e Giunti.
Certo, dal mio punto di vista trovarmi il Salone a due passi da casa è un vantaggio, e magari riuscirò anche ad andare a vederlo – in questi ultimi anni ci sono solo riuscito quando sono stato a presentare i librini di Altramatematica. Certo, per fare soldi il Salone di Torino aveva sempre stand molto improbabili e che con i libri avevano ben poco a che fare. Ma la mia sensazione è che MiBook sarà una roba per i grandi editori, quelli che ho sempre saltato a piè pari perché tanto li vedo anche in libreria. Ma d’altra parte il libro è una merce.

by .mau. at July 27, 2016 01:43 PM

Père Jacques Hamel

Se non ho capito male mentre stamattina ascoltavo la rassegna stampa di Radio Popolare, il cardinale Tauran ha cercato di minimizzare il più possibile l’omicidio del sacerdote francese avvenuto ieri. Comprendo le ragioni politiche dietro questa scelta, ma non posso non notare che l’assassinio è stato commesso in odium fidei, e che quindi padre Hamel è un martire, almeno per la chiesa cattolica. D’altra parte papa Francesco ha anche esplicitamente detto che l’arcivescovo Oscar Romero è stato martire due volte (la seconda per motivi tutti interni alla Chiesa…), tanto che ha fatto immediatamente partire la sua beatificazione proprio come martire.
Cosa farà in questo caso? Io personalmente credo che ci voglia un segnale forte, e che questo segnale possa essere dato in modo positivo e non negativo. Ma nel mondo di oggi ciò non è detto.

by .mau. at July 27, 2016 08:50 AM

Complimenti per la connessione

In questi giorni Raiuno sta trasmettendo dopo il telegiornale delle 20 una minisitcom, Complimenti per la connessione. Citando dal sito Rai, «La caserma dei carabinieri di “Don Matteo” si trasforma in un’aula magica per invogliare quella grande fetta di popolazione, che ha poca dimestichezza con il mondo del web, a prendere familiarità con alcuni termini di base entrati ormai a far parte del nostro lessico quotidiano.»

La puntata di ieri (link) era dedicata a Wikipedia, presentata come il concorrente di Rischiatutto che sa rispondere a domande di tutti i tipi. Uno spottone per tre-quattro milioni di spettatori che tra l’altro sono per noi tra i più difficili da raggiungere… il tutto a nostra insaputa. Come Wikimedia Italia non c’entriamo assolutamente nulla, ha fatto tutto Lux (il produttore).

La stessa cosa, anche se più in piccolo, è accaduta con il “decalogo per scrivere su Wikipedia” che forse avete visto in questi giorni – per esempio lo trovate sul Corriere delle Comunicazioni che per quanto ne so è stato il primo a pubblicarlo. Non l’abbiamo scritto noi, ma è stato preparato dall’agenzia che ha anche fatto il video per l’SMS solidale e che “ha spulciato il nostro sito” per sapere cosa mettere.

Che dire di tutto questo? Beh, come prima cosa che nonostante la nostra evidente incapacità nel fare i comunicatori i concetti alla base di Wikipedia sono oramai entrati a far parte non dico dell’immaginario collettivo ma almeno di chi di queste cose si occupa professionalmente. Mi sembra una cosa bellissima. Naturalmente c’è ancora tanto lavoro da fare per diffondere l’idea che la conoscenza possa essere libera: diciamo che Wikipedia è il testimonial, ma che ora bisogna allargare la base di chi contribuisce senza nessun suo tornaconto personale. Ma magari ce la facciamo 🙂

by .mau. at July 27, 2016 08:11 AM

July 26, 2016

Wikimedia Italia

Toponomastica femminile per i wikipediani a Roma

Foto di gruppo dei partecipanti al corso. Foto di Camelia Boban

Foto di gruppo dei partecipanti al corso. Foto di Camelia Boban

Nei giorni 15-17 luglio, presso l’Università Roma 3, si è tenuto un corso sulla tecnica di scrittura in Wikipedia, rivolto alle socie e ai soci del gruppo Toponomastica femminile. Il gruppo, nato nel 2012 su Facebook su iniziativa di Maria Pia Ercolini, è impegnato a “impostare ricerche, pubblicare dati e fare pressioni su ogni singolo territorio affinché strade, piazze, giardini e luoghi urbani in senso lato, siano dedicati alle donne per compensare l’evidente sessismo che caratterizza l’attuale odonomastica (branca della toponomastica)”.

Toponomastica femminile ha avviato da tempo un progetto che ha lo scopo di condividere con la comunità di Wikipedia le proprie conoscenze nell’ambito della storia delle donne e in particolare delle biografie di donne.

Ad aprile alcune socie del gruppo avevano partecipato a un primo corso di formazione, a seguito del quale hanno iniziato a modificare voci Wikipedia (con il supporto di wikipediani e soci di Wikimedia Italia) già esistenti relative a biografie di donne, oppure a crearne di nuove  consultando i materiali disponibili sul sito di Toponomastica femminile.

Il secondo corso è stato strutturato in questo modo: una parte illustrativa e pratica e una discussione sulla questione di genere in Wikipedia. La discussione, che ha preso le mosse dalla constatazione che i contributori dell’enciclopedia sono per l’85% uomini, ha coinvolto sei wikipediani e ha abbracciato i diversi aspetti del problema. Alcune questioni sono state risolte, altre sono state rinviate a successivi momenti di confronto con la comunità wikipediana.

L'articolo Toponomastica femminile per i wikipediani a Roma sembra essere il primo su .

by Camilla at July 26, 2016 01:53 PM

July 25, 2016

Notiziole di .mau.

Scaricabarile

Un paio di settimane fa, in uno dei rari momenti in cui sono ottimista nell’umanità, ho mandato all’abuse di un sito che invia messaggi di massa una mail in cui dicevo che quel mittente non mi ha mai chiesto il permesso di postare – anche per l’ottima ragione che la casella email a cui il messaggio era stato spedito non è la mail che uso di solito. Ho poi ricevuto questa risposta.

In relazione alla Sua richiesta, la informiamo che la scrivente società si limita a mettere a disposizione la piattaforma per l’invio di comunicazioni promozionali, mettendo in piedi nelle proprie infrastrutture tutte gli adempimenti di legge secondo quanto previsto dal D.Lgs. 196/2003 (Codice) in tema di trattamento; non siamo quindi noi i Titolari dei database.

Dando seguito alla sua richiesta, Le confermiamo l’avvenuta e corretta cancellazione della sua email dai database del nostro cliente (Add2cart) che le ha recentemente inviato email.
A parte messaggi già in coda di spedizione, entro un massimo di 5 giorni non dovrebbe ricevere ulteriori comunicazioni da questa società.

Tralasciamo la parte sui messaggi che possono essere in coda nei cinque giorni successivi e per cui evidentemente non può esistere procedura di cancellazione, e soffermiamoci sull’altra parte. Tu azienda che spedisce messaggi fai finta di nulla e ti fidi degli indirizziari che ti manda il cliente, e fin qui passi. Ma quando ti fanno notare che gli indirizziari siano farlocchi te ne lavi le mani dicendo “non sono io il titolare della base dati” e non ti viene nemmeno in mente di scrivere qualcosa tipo “nel caso di ulteriori segnalazioni da altri utenti risolveremo il contratto con il cliente”? Sono questi i momenti in cui comincio a intuire il concetto di “concorso esterno in associazione mafiosa”.

by .mau. at July 25, 2016 03:59 PM

July 24, 2016

Notiziole di .mau.

_Star Trek: Beyond_ (film)

startrek13 Quando si parla di Star Trek, soprattutto della serie originale, io sono uno di bocca buona. In fin dei conti sono cresciuto con i filmetti, che anche se avevano fior di autori tipicamente non avevano chissà quale trama complicata. Dunque mi sono trovato bene con questo Star Trek: Beyond (qui la scheda e qui il sito ufficiale).

Tenete conto che della serie reboot ho visto il primo ma non il secondo episodio: qua abbiamo la tipica avventura trekkiana, con solo un po’ troppi effetti speciali: la fotografia a mio parere è piuttosto pesante. L’Enterprise è distrutta come richiesto dal narrativium, ci sono i classici siparietti Bones-Spock, Kirk gigioneggia meno di quanto potrebbe fare ma in compenso è molto più mobile di Shatner – non che ci voglia molto, d’accordo – e l’ultima battuta di Cechov è un bel ricordo di quando il personaggio entrò a far parte dell’equipaggio dell’Enterprise nella seconda stagione di ST:TOS. I veri trekkies insomma storceranno il naso, gli agnostici non capiranno cosa c’è di diverso dagli altri filmoni di SF, ma io sono rimasto soddisfatto.

by .mau. at July 24, 2016 08:24 PM

July 23, 2016

Notiziole di .mau.

Trasparenza pentastellata

Oggi tale Xavier Bellanca, che da quanto ho capito è un attivista torinese del M5S, ha scritto su Facebook un post dove si diceva felicissimo di far parte della squadra di governo della città sabauda. Vittorio Bertola, che invece so bene chi è, ha inserito un paio di commenti piuttosto pesanti che si possono riassumere in “sono contento per te, peccato che ci sia poi gente come me che in passato si è fatta il mazzo, a cui sono state fatte tante promesse e poi sono state lasciate con un palmo di naso”. Da lì è nata una discussione che stamattina ho seguito: adesso non lo può più fare nessuno, perché a quanto pare Bellanca ha scritto “Ho modificato la privacy proprio perché quello che doveva essere detto è stato detto e i film chi vuole se li guarda al cinema, non sul mio profilo.”

Le dotte analisi politiche su chi ha ragione e chi ha torto le lascio agli altri. Mi limito a far notare il fulgido esempio di trasparenza dato da Bellanca, accoppiato all’inutilità pratica della sua azione: non è certo difficile trovare in rete il testo del primo suo commento. (E se cercate un po’ anche quello del secondo).

(ps: come nota collaterale, è interessante notare come un tempo Facebook ti permettesse di chiudere i commenti su un post, ma ora non più. Sapevàtelo!)

by .mau. at July 23, 2016 08:24 PM

_Secondo Matteo_ (libro)

9788858684726Una premessa: nella recensione non parlo delle idee politiche di Matteo Salvini; la recensione è per il libro, non per il suo pensiero. Dunque, cosa abbiamo in questo testo (Matteo Salvini, Secondo Matteo : Follia e coraggio per cambiare il Paese, Rizzoli 2016, pag. 240, € 9,99, ISBN 9788858684726), che ho preso in ebook per comodità? Fondamentalmente un lunghissimo comizio elettorale, oltre che un’autodifesa contro alcune cose scritte su di lui dalla stampa – anche recentissime, si arriva a parlare degli attentati a Bruxelles manco fossimo davanti a un instant book. Probabilmente la colpa è mia, che mi aspettavo più una biografia; in effetti, rileggendo il titolo a mente fredda, esso promette per l’appunto di raccontare il Salvini-pensiero. Sono però abbastanza certo che sia venduto come biografia, e tecnicamente ci sono flash della vita del nostro: l’unica parte che ho trovato interessante è però quella in cui si consuma la divisione con Bossi. (Occhei, ci sono anche tutte le altre tranvate arrivategli dall’alto, ma quelle sono di interesse più secondario, se non appunto per accorgerci che non è che sia mai stato così benvoluto). Mi chiedo poi che parte abbiano esattamente avuto Matteo Pandini e Rodolfo Sala, citati in maniera piuttosto ambigua nel colophon. Non pensate male: sono certo che Salvini sa parlare di suo: però ci sono vari livelli linguistici, con stile più o meno colloquiale. Quali saranno davvero i suoi pezzi? Ad ogni modo, il risultato è stata una mezza delusione.
Però consiglierei di leggere i commenti (quelli lunghetti, non le due righe) su Amazon: da questo punto di vista troverete materiale davvero interessante!

by .mau. at July 23, 2016 02:04 AM

July 21, 2016

Notiziole di .mau.

ORCID

my_orcid_qrcode Che cos’è ORCID? Come dice il sito,

La visione di ORCID presenta un mondo nel quale chi partecipa a ricerche, studi e innovazione è identificato in modo esclusivo e collegato ai propri contributi oltre le barriere di disciplina, confini e tempo.

Io sono tutto meno che un ricercatore, ma quando si tratta di perdere tempo sono sempre in prima fila: quindi mi sono fatto un account 🙂

by .mau. at July 21, 2016 04:37 PM

July 20, 2016

Notiziole di .mau.

Il mistero della svolta vegana di Appendino

Ieri La Stampa ha pubblicato un articolo sul programma della giunta pentastellata torinese, rimarcando come nel testo tra l’altro si proponga la «promozione della dieta vegetariana e vegana sul territorio comunale, come atto fondamentale per salvaguardare l’ambiente, la salute e gli animali attraverso interventi di sensibilizzazione sul territorio.»

Però oggi quell’articolo non si trova più, o meglio quando lo si apre compare una pagina vuota – cosa differente da un errore di “pagina non trovata”. Eppure l’articolo è uno dei link che si ottiene facendo una ricerca interna sul sito con la chiave “programma appendino” ed è citato anche all’interno di un altro articolo, quindi direi che non è un problema di nascondere le cose e fare finta di nulla. Chissà cos’è successo, ora provo a chiedere lumi 🙂

(p.s.: il programma completo lo trovate qui, se vi interessa)

by .mau. at July 20, 2016 11:34 AM

July 19, 2016

Notiziole di .mau.

Offerte ebook gruppo GEMS

Oggi (19 luglio) molti ebook del gruppo GEMS sono in offerta a 1,99 euro. Sono molto deluso che il mio Matematica in relax non faccia parte della promozione, ché volevo finalmente acquistarlo. (No, non posseggo l’edizione ufficiale in ebook, anche se sembra impossibile: ho solo l’ultima bozza e ovviamente l’edizione cartacea).

Tra i libri che ho visto ne segnalo tre che ho letto e mi sono piaciuti molto, con un link alla mia recensione che a sua volta ha un link ad Amazon:
I numeri non sbagliano mai di Jordan Ellenberg
La città dei libri sognanti di Walter Moers
Gli enigmi di Mosca di Boris Kordemsky
(magari ne ho letti e apprezzati altri, ma non è così facile trovarli…) E poi ci sono quelli di Roald Dahl, naturalmente!

by .mau. at July 19, 2016 08:00 AM

July 18, 2016

Notiziole di .mau.

Change.org e gli indirizzi venduti

Afferma l’Espresso (non state a guardare il titolo, ma leggete l’articolo con attenzione) che se uno firma una petizione su change.org che fa parte di una “campagna sponsorizzata” e lascia la spunta sulla casella “segui questo argomento” dà alla Change.org Inc. il diritto di vendere il tuo indirizzo email al promotore della campagna, che pagherà da 85 centesimi a 1 euro e mezzo per sapere chi sei. (Non so quante altre informazioni vengono date all’acquirente: tenete conto che ogni utente di change.org ha un suo profilo con non solo le petizioni che ha firmato ma anche dati presi da altre basi dati, tanto per dire quante informazioni su di voi possono avere).

Io non è che mi fidi più di tanto degli scoop dell’Espresso, ma effettivamente la pagina Sponsorizza sulla piattaforma ha delle frasi sibilline: «Entra in contatto con i tuoi nuovi sostenitori direttamente via email o telefono, creando campagne multicanale di raccolta fondi e di sensibilizzazione» e «Ricevi ogni giorno i nuovi sostenitori direttamente nei CMS compatibili. Così puoi raggiungerli velocemente.»

Nell’informativa sulla privacy abbiamo questo: «Utilizziamo i dati dell’utente per consentirgli di partecipare a eventi e promozioni simili e per gestire queste attività. Alcune di queste attività hanno regole supplementari, che potrebbero contenere ulteriori informazioni su come utilizziamo e divulghiamo le informazioni che riguardano l’utente, quindi invitiamo l’utente a leggere attentamente tali regole supplementari.» (e tra l’altro usano i pixel tag per fregare chi cancella i cookie, vi avviso).

Ma soprattutto trovato che «Solo a discrezione dell’utente e dietro suo specifico consenso, possiamo condividere informazioni sull’utente con i nostri inserzionisti, incluso il suo indirizzo e-mail, l’indirizzo postale e la petizione sottoscritta. Possiamo anche condividere il numero di telefono dell’utente, ma solo se vi acconsente distintamente. L’inserzionista può quindi utilizzare queste informazioni per comunicare con l’utente e inviare materiali promozionali che possono essere di suo interesse. Noi non controlliamo il contenuto o la frequenza delle comunicazioni che si possono ricevere dai nostri inserzionisti.». Ora, io ho appena fatto un rapido giro su change.org, piattaforma che non ho mai usato perché non credo nelle petizioni online, e non ho trovato petizioni esplicitamente sponsorizzate. Però in effetti non mi stupirei che questa petizione di Marco Travaglio (“Referendum costituzionale. Firma per le ragioni del No e per bloccare l’Italicum”), che nel famigerato riquadro spuntato “Segui questo movimento” ha come testo aggiuntivo “Resta aggiornato sul movimento più ampio, ‘Dalla parte della Costituzione e della Democrazia'”, sia sponsorizzata dal movimento in questione. E quello è l’unico punto in cui tu utente puoi dare un consenso specifico.

Per ultima curiosità, nei Termini di servzio (che stranamente per l’Italia sono aggiornati al 12 gennaio 2015, mentre la versione inglese è del 13 gennaio 2016) ho trovato questo: «Tuttavia, l’utente ci autorizza a condividere questi contenuti con chiunque, distribuirli su qualsiasi piattaforma e qualsiasi media, e apportare modifiche o correggere gli stessi se lo riteniamo opportuno (ad esempio a fini di chiarezza e di ottimizzazione).». Nulla da dire sul permesso che si prendono di condividere i contenuti. Ma change.org, senza chiedere il nostro permesso, può “ottimizzare” e “chiarire” quello che abbiamo scritto, e magari farlo diventare l’opposto di quello che intendevamo. Non mi stupirei che quella della possibilità di modifica fosse una clausola standard, ma non si sa mai.

Insomma, nulla di nuovo sotto il sole: se usi uno di questi servizi “gratuiti” chi ti dà il servizio ci guadagna eccome, il che di per sé non sarebbe nulla di male se non fosse che probabilmente chi paga sei tu. Vale la pena di farlo per dire “ho firmato anch’io”? Ognuno decida per sé.

by .mau. at July 18, 2016 01:04 PM

July 17, 2016

Notiziole di .mau.

Quizzino della domenica: radici

Moltiplicate tra loro la radice quadrata, la cubica, la quarta, la quinta… di 2. Insomma fate il prodotto √2 · 3√2 · 4√2 · 5√2 … Questo prodotto è finito o infinito?

(un aiutino lo trovate sul mio sito, alla pagina http://xmau.com/quizzini/p207.html; la risposta verrà postata lì il prossimo mercoledì. Problema tratto da Math StackExchange).

by .mau. at July 17, 2016 02:04 AM

July 08, 2016

Wikimedia Italia

Campagna di SMS solidale per Wikipedia va a scuola!

cartolina_wikimedia_sms_2016_croppernewsletter

“Costruiamo insieme un sapere libero”, così recita l’annuncio della campagna di SMS solidale lanciata per la prima volta quest’anno da Wikimedia Italia.

Dal 10 al 24 luglio 2016 sarà possibile fare una donazione via sms o da telefono fisso al 45504 per finanziare i progetti nelle scuole. Con questa campagna, Wikimedia Italia intende sensibilizzare il pubblico sull’importanza di introdurre Wikipedia negli istituti scolastici come strumento educativo e didattico.

Siamo convinti che l’educazione sia il modo più efficace per diffondere la conoscenza, per questo vogliamo raggiungere ancora più studenti, ancora più classi. L’ambizioso obiettivo è di raggiungere le scuole di tutta Italia con i corsi tenuti dai nostri volontari.

La campagna si concentrerà nel mese di luglio (10/07-24/07) e prevede la messa in onda di uno spot in radio e in televisione (La7 e Sky) e la pubblicazione di annunci stampa.

Costruiamo insieme un sapere libero!

L'articolo Campagna di SMS solidale per Wikipedia va a scuola! sembra essere il primo su .

by Wikimedia Italia at July 08, 2016 09:42 AM

Successo di Wikimania, SMS solidale, musei gratuiti per soci, Politecnico di Milano: Wikimedia news n. 126

Wikimedia News - n. 126 - 30 giugno 2016

Wikimania 2016 - foto di gruppo, di Niccolò Caranti (Own work) [CC BY-SA 4.0], via Wikimedia Commons

Wikimania Esino Lario 2016: storia di un successo!

Si è chiusa il 26 giugno la dodicesima edizione di Wikimania. Hanno partecipato all’evento 1200 persone, provenienti da oltre 70 Paesi, e hanno collaborato 168 volontari tra abitanti del luogo e studenti delle scuole superiori. Le sessioni della conferenza si sono svolte in diversi luoghi di Esino Lario, come il palazzetto dello sport e la scuola, e gli esinesi hanno aperto le loro case per ospitare i partecipanti. Ci sono stati anche momenti di intrattenimento, con escursioni, mostre e concerti. Sul canale YouTube dedicato sono disponibili i video delle sessioni della conferenza; documentare quanto emerso durante gli incontri era uno degli obiettivi principali dell'evento. Tutte le immagini della manifestazione si trovano su Wikimedia Commons a questo link: https://commons.wikimedia.org/wiki/Category:Wikimania_2016. [Scopri di più sul nostro blog].
Ad aprire il raduno mondiale di Wikipedia è stata la giornata di mercoledì 22 giugno presso Villa Monastero a Varenna. Lì, la mattina si è tenuta la conferenza stampa di lancio dell'evento e il pomeriggio si è svolto il convegno “GLAM and cultural heritage in Italy – La cultura libera al tempo di Wikipedia”, promosso da Wikimedia Italia. Tema del dibattito: la condivisione online con licenza libera delle immagini dei beni culturali italiani. [Scopri di più sul nostro blog].

Immagine dello spot SMS solidale Wikimedia Italia

Campagna di SMS solidale per Wikimedia Italia

"Costruiamo insieme un sapere libero", così recita l'annuncio della campagna di SMS solidale lanciata per la prima volta quest'anno da Wikimedia Italia. Dal 10 al 24 luglio 2016 sarà possibile fare una donazione via sms o da telefono fisso per finanziare i progetti nelle scuole. Con questa campagna, Wikimedia Italia intende sensibilizzare il pubblico sull'importanza di introdurre Wikipedia negli istituti scolastici come strumento educativo e didattico. L'ambizioso obiettivo è di raggiungere le scuole di tutta Italia con i corsi tenuti dai nostri volontari.
La campagna si concentrerà nel mese di luglio (10/07-24/07) e prevede la messa in onda di uno spot in radio e in televisione (La7 e Sky) e la pubblicazione di annunci stampa.


Wikimania 2016 - Mostra Wiki Loves Monuments Italia, di Niccolò Caranti (Own work) [CC BY-SA 4.0], via Wikimedia Commons05


Con la tessera di Wikimedia vai al museo: mostra WLM e ingressi gratuiti

Dal 5 luglio al 4 settembre la mostra di Wiki Loves Monuments sarà esposta a Milano, presso il chiostro del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci (via San Vittore, 21). L'inaugurazione della mostra, realizzata in collaborazione con ICOM Italia, avverrà martedì 5 luglio in occasione dell'evento "Cult night"; una notte bianca al museo (dalle 18.30 alle 23.30) con musica, arte, cibo e bevande. Nei giorni successivi sarà possibile visitare l'esposizione negli orari di apertura del Museo al pubblico. Il Museo Leonardo da Vinci è tra i partner che offrono per tutto l'anno un ingresso agevolato ai soci di Wikimedia Italia. Presentando la tessera 2015 o 2016 all'ingresso del museo è possibile entrare gratuitamente. Per conoscere tutti i dettagli della convenzione e l'elenco delle altre istituzioni che hanno aderito all'iniziativa, consigliamo di consultare la pagina dedicata del sito: http://www.wikimedia.it/convenzioni-e-agevolazioni/.



Wikipediano in residenza: BEIC

Pablo Picasso a Milano ritratto da Paolo Monti nel 1953. Una tra le eccezionali immagini storiche sul mondo dell'arte che la BEIC ha messo a disposizione (Fondo Paolo Monti, BEIC. CC BY-SA 4.0).

Alla biblioteca digitale BEIC è in corso la selezione di marche tipografiche ed ex libris che prossimamente andranno ad arricchire le voci di Wikipedia sulla storia dell'editoria. Si stanno inoltre finendo di inserire nelle voci già create i frontespizi dei libri della collezione dei viaggi in Italia e all'estero. Ancora, è iniziata una grossa operazione di georeferenziazione delle immagini dell'archivio fotografico del Fondo Paolo Monti di BEIC (17mila foto d'autore disponibili su Wikimedia Commons): l'aggiunta delle coordinate geografiche nelle foto le renderà consultabili anche tramite le mappe. È infine a buon punto il Progetto BEIC/Artisti per arricchire le voci di Wikipedia sull'arte contemporanea di preziose testimonianze fotografiche, con foto esclusive di importanti pittori e scultori nei loro studi realizzate da Paolo Monti tra gli anni cinquanta e gli anni settanta.



Corso su Wikipedia al Politecnico di Milano

Marco Chemello e Niccolò Caranti al Politecnico di Milano

Dal 16 al 22 giugno si è svolto presso il Politecnico di Milano il corso intensivo per dottorandi sul tema Science, technology, society and Wikipedia, con la collaborazione di Wikimedia Italia e la partecipazione come tutor dei soci Niccolò Caranti e Marco Chemello. Le lezioni introduttive su Wikipedia, nelle quali sono state presentate la storia, la struttura e gli obiettivi dell'enciclopedia, sono state tenute (in inglese) da Andrew Mabbett, partner della Royal Society of Arts (UK) e formatore esperto di Wikimedia-UK. Gli studenti hanno imparato a creare nuove voci o a modificare voci già esistenti. Al termine del corso i partecipanti hanno presentato i risultati del loro lavoro.

Appuntamenti e comunicazioni


Novità da Esino Lario - Wikimania 2016

Sessione in corso a Wikimania, di Niccolò Caranti (Wikimania Esino Lario) [CC BY-SA 4.0], via Wikimedia Commons

Numerose sono le testate che hanno dedicato articoli e video a Wikimania Esino Lario 2016. Di seguito riportiamo alcuni link interessanti, ma a breve tutti i materiali verranno caricati nella rassegna stampa del sito di Wikimedia Italia:


Novità dal mondo OpenStreetMap

EmojiMap (emojimap.net) mostra i punti di interesse di OpenStreetMap tramite l'emoji più adatta.
  • Mapbox introduce un punto di contatto per le violazioni di attribuzione sulle mappe che sfruttano i loro servizi.
  • MapContrib è un editor per OSM che si focalizza su "temi" configurabili di punti di interesse. Volete un editor dedicato alle fontanelle? Basta configurare un livello apposito!
  • Mapillary è uno dei Pioneri Tecnologici del 2016 nominati dal World Economic Forum.
  • OpenEventDatabase vuole essere un archivio centralizzato di eventi georeferiti: potrebbe contenere dagli eventi sportivi o culturali alle segnalazioni di traffico.


Novità dal mondo Wiki

Katherine Maher, di VGrigas (WMF) (Own work) [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons
  • Katherine Maher è stata nominata Direttrice Esecutiva di Wikimedia Foundation. L'annuncio ufficiale è stato dato da Jimmy Wales all'apertura di Wikimania Esino Lario, il 24 giugno. Maher aveva ricoperto il ruolo di Direttrice Esecutiva ad interim a partire da marzo 2016.
  • Durante il suo intervento di apertura di Wikimania 2016, Jimmy Wales ha proclamato Emily Temple-Wood e Rosie Stephenson-Goodknight Wikipediane dell'anno. Il riconoscimento viene assegnato dal 2011 e quest'anno, per la prima volta, sono stati proclamati due vincitori ex aequo.
source: http://wiki.wikimedia.it/wiki/Wikimedia_news/numero_126

L'articolo Successo di Wikimania, SMS solidale, musei gratuiti per soci, Politecnico di Milano: Wikimedia news n. 126 sembra essere il primo su .

by Federico Leva at July 08, 2016 08:05 AM

July 07, 2016

Wikimedia Italia

Beni culturali a Varenna, OpenStreetMap e la Pubblica Amministrazione: Wikimedia news n. 124

Wikimedia News - n. 124 - 1 giugno 2016

Villa Monastero - Varenna, di Nemo bis (Own work) [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons

La cultura al tempo di Wikipedia. Ne parliamo il 22 giugno a Varenna

Nell'ambito della manifestazione Wikimania 2016 Esino Lario, mercoledì 22 giugno 2016 Wikimedia Italia promuove il convegno “La cultura libera al tempo di Wikipedia: liberare dati per generare conoscenza”. Nella splendida Villa Monastero, a Varenna, esponenti delle importanti istituzioni italiane, che hanno abbracciato l'idea di bene comune digitale condividendo sul web con licenza libera alcuni materiali delle loro collezioni, porteranno la loro testimonianza. Archivio Touring, Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano e Museo Galileo di Firenze sono solo alcuni dei protagonisti. A seguito della conferenza vera e propria, si terrà una tavola rotonda: "Il libero riuso delle immagini dei beni culturali italiani: un'opportunità o un vincolo?". Questa ha lo scopo di mettere a confronto i diversi punti di vista portati dagli operatori del settore culturale in Italia. Ha confermato la sua presenza anche il Dott. Gianluca Lioni, portavoce del Ministro Dario Franceschini, interlocutore di Wikimedia Italia per quanto riguarda la proposta di modifica di legge del Codice dei Beni Culturali vigente. A breve saranno resi disponibili ulteriori dettagli di questo convegno che, grazie anche all'inserimento in un contesto di respiro internazionale come Wikimania, crediamo rappresenti un'importante occasione di confronto.

Wikipediani in Residenza di Wikimedia Italia. (Logo Wikipedia di Snowdog (originally uploaded to IT, creaded by Author) [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons)


Wikipediani in Residenza nei musei

In tenuta da wikipediani, da sinistra: Giuliana Mancini (ED di Wikimedia Italia), Daniele Jalla (presidente ICOM Italia), Fiorenzo Galli (direttore generale Museo nazionale scienza e tecnologia Leonardo da Vinci), Marco Chemello (Wikipediano in residenza presso il Museo e BEIC).
  • È giunto alla sua conclusione il periodo di residenza al Museo nazionale della scienza e della tecnologia Leonardo da Vinci del wikipediano Marco Chemello. La giornata del 21 maggio abbiamo organizzato per l'occasione una "giornata speciale" al Museo, con la presentazione dei risultati del progetto, una editathon per creare voci con wikipediani giunti da varie regioni, foto libere al museo e un mapping party di OpenStreetMap coordinato da Simone Cortesi. Contiamo di proseguire ed estendere la collaborazione, che è stata dichiarata da tutti i partner - Museo della Scienza, ICOM Italia e Wikimedia Italia - più che soddisfacente e un passo significativo per estendere la filosofia "open access" e "open content" ai musei italiani. La comunità di Wikimedia ha ora a disposizione più di 5mila immagini professionali e tutti i contenuti delle oltre 2400 schede delle collezioni tecnico-scientifiche del Museo.
  • Alla biblioteca digitale BEIC prosegue il riordino e l'inserimento nelle voci di Wikipedia in varie lingue delle foto d'autore dall'archivio fotografico del Fondo Paolo Monti di BEIC: 17.000 bellissime immagini per la prima volta utilizzabili nei progetti Wikimedia. Prosegue in contemporanea l'inserimento di nuovi contenuti dalla collezione sui viaggi in Italia e all'estero: un percorso di grande interesse per comprendere il Grand Tour con gli occhi dei viaggiatori europei dei secoli scorsi. In arrivo anche le immagini dei frontespizi.
  • È iniziata l'ultima fase della collaborazione con il Museo Galileo: il laboratorio fotografico dell'istituzione sta realizzando appositamente alcune fotografie del materiale d'archivio per completare le voci di Wikipedia. Il personale dell'Istituto di Storia della Scienza sta lavorando al perfezionamento dei materiali inseriti, ampliando le pagine e inserendo molte informazioni mancanti. Nei prossimi giorni i dottorandi dell'European University Institute parteciperanno ad alcuni incontri per contribuire ai progetti wiki.



Borse Wikimania 2016

Rappresentanti italiani a Wikimania 2015, di EneasMx (Own work) [CC BY-SA 4.0], via Wikimedia Commons

Sono stati scelti i beneficiari delle borse di partecipazione "Alessio Guidetti" per Wikimania 2016 offerte da Wikimedia Italia, che consentiranno ai vincitori di sostenere i costi di partecipazione all'evento. Wikimania è la conferenza annuale per gli utenti dei progetti Wikimedia e quest'anno si terrà per la prima volta in Italia, a Esino Lario (LC), dal 22 al 28 giugno. Le borse messe a disposizione sono di due tipologie: complete e parziali. Di seguito l'elenco dei fortunati che si sono aggiudicati la borsa, a cui vanno i nostri complimenti!
Borse complete: Marco C., Stefano D., Pasquale S., Claudia M., Francesco T., Camelia B., Luca L., Vincenzo M..
Borse parziali: Marco M., Irullo S., Marco C., Matteo N., Daniele F., Angela I., Massimiliano I., Laetitia N., Donatella A., Gennaro Z..



20-21 maggio: una due giorni milanese targata Wikimedia

Inaugurazione Wikimedia Italia BASE Milano 2016, di Niccolò Caranti (Own work) [CC BY-SA 4.0], via Wikimedia Commons

Venerdì 20 e sabato 21 maggio sono stati giorni intensi per Wikimedia Italia. Venerdì la giornata è stata interamente dedicata all'incontro tra OpenStreetMap e la Pubblica Amministrazione; i circa 70 partecipanti hanno dato vita a un confronto proficuo e ricco di spunti. Sabato si sono svolti due eventi in parallelo: il raduno nazionale della comunità OpenStreetMap, presso gli spazi di BASE, una editathon, un mapping party e una conferenza sul tema dell'utilità per le istituzioni culturali di collaborare con Wikipedia e il mondo dell'open content, presso il Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano. A conclusione di giornata, i presenti si sono riuniti a BASE Milano per inaugurare con un brindisi e una fetta di torta la nuova sede di Wikimedia Italia. Qui alcune foto scattate dal socio Niccolò Caranti.


Appuntamenti e comunicazioni

  • 6 giugno, Potenza: una rappresentanza di docenti e studenti del Liceo scientifico di Pagani (SA) è ospite del Liceo delle Scienze umane di Potenza. Le due scuole presentano i risultati del progetto Vivarium, coordinato da Luigi Catalani e da Armando Bisogno. Il 7 giugno la classe 2.0 del Liceo delle Scienze Umane di Potenza ricambia la visita al Liceo Scientifico di Pagani. Nel primo pomeriggio, le due scuole presentano presso l'Università degli Studi di Salerno i risultati del progetto Vivarium. Sarà presente Claudio Forziati (coordinatore Wikimedia Italia area biblioteche per la Campania).
  • 6 giugno, Milano: incontro su Wikipedia e progetti Wikimedia presso la facoltà di Scienze Politiche dell'Università degli Studi di Milano con Dario Crespi (coordinatore Wikimedia Italia per la Lombardia).
  • 10-12 giugno, provincia di Trento: convegno "Mappe e beni collettivi (digitali)", nell'ambito del festival "Portobeseno 2016", organizzato dall'associazione Libera Mente.
  • 19 giugno, Trento: Wiki Editathon al Giardino Botanico Alpino Viote (Strada delle Viote 4, Viote di Monte Bondone). Il referente è il socio Jaqen. L'evento si svolgerà dalle 11 alle 17: la mattina ci sarà una visita al Giardino. Il pomeriggio, dopo la presentazione dei progetti Wikimedia, si terrà la Wiki Editathon. Per partecipare appieno alle attività sarà necessario portare computer, macchina fotografica e lettori di schede.
  • 20 giugno, Milano: Dario Crespi (coordinatore Wikimedia Italia per la Lombardia) partecipa a Tourism Think Thank, evento per gli operatori del turismo, presso Palazzo Lombardia (piazza Città di Lombardia), con un intervento su Wikipedia, Wikivoyage e Wiki Loves Monuments Italia.
  • 21-28 giugno, Esino Lario (LC): Wikimania Esino Lario, 12ª edizione del raduno internazionale della comunità wikimediana.
  • 26-28 giugno, Monastero Bormida (AT): Summer School OpenGeoData, 1ª edizione. Percorso formativo mirato a sviluppare professionalità nell’ambito della gestione creativa degli Open Data geografici.

Novità da Esino Lario - Wikimania 2016

La presentazione della Youth Hackathon a Esino Lario, di Vanessa De Luca (Opera propria) [CC BY-SA 4.0], attraverso Wikimedia Commons

Lo scorso 22 maggio, presso la scuola elementare di Esino Lario, che tra venti giorni ospiterà l'Hackathon di Wikimania, si è svolto un evento dedicato principalmente a bambini e ragazzi: una Youth Hackathon che è servita anche come test per la connettività in collaborazione con i partner di Wikimania Eolo ed Elmec. Durante la mattinata, circa cinquanta ragazzi dagli 8 ai 16 anni (ma anche genitori e nonni) hanno potuto divertirsi con diversi laboratori, sperimentando con mano Scratch, OpenStreetMap per la mappatura dello Swaziland, la crittografia, i droni, le stampanti 3D e le serre controllate con Arduino. Nel pomeriggio si sono cimentati in una caccia al tesoro alla scoperta di Esino Superiore giocando e imparando con OpenStreetMap e Wikipedia, sfruttando anche le conoscenze apprese durante la mattinata. Un evento che, visto il successo, sarà molto probabilmente replicato con cadenza annuale, sempre a Esino Lario, per lasciare una traccia continuativa del prossimo raduno mondiale della comunità Wikimedia.



Novità dal mondo OpenStreetMap

Ad OSMit il FabLab OpenDot ha presentato una "macchina visualizzatrice" basata su Arduino per le statistiche di OSM
  • Il geocoder (il 'motore di conversione' delle chiavi di ricerca in coordinate) di Mapbox adesso integra gli identificativi di Wikidata: una ragione in più per migliorare il contesto geografico degli elementi Wikidata e magari inserirli su OSM!
  • Il motore di routing (il programma che calcola i percorsi) Valhalla, sviluppato da Mapzen, diventa multimodale: con i dati sui trasporti pubblici raccolti dal progetto transit.land i percorsi adesso includono gli orari dei mezzi pubblici dove disponibili.
  • OpenStreetView si trasforma in una alternativa a Mapillary.
  • Come potete aiutare l'Humanitarian OpenStreetMap Team senza mappare direttamente? Magari controllando e confermando i compiti svolti dagli altri mappatori, come suggerisce Blake Girardot.


Novità dal mondo Wiki

Eurovision Contest 2016 - Jamala dall'Ucraina, di Albin Olsson (Own work) [CC BY-SA 4.0], via Wikimedia Commons
  • L'8 maggio sono stati annunciati i risultati dell'elezione dei membri del consiglio direttivo di Wikimedia Foundation. I due nuovi eletti sono Christophe Henner, di Wikimedia France, e Nataliia Tymkiv, di Wikimedia Ukraine. Il loro mandato avrà una durata di tre anni e la nomina formale avverrà durante Wikimania.
  • Su Wikimedia Commons sono disponibili numerose foto dell'Eurovision Song Contest 2016, scattate da Albin Olsson. Olsson ha scattato foto anche nelle edizioni 2013 e 2014 del concorso. Il fotografo svedese ha deciso di documentare l'Eurovision Song Contest dopo aver notato che il numero di foto a licenza libera delle passate edizioni della gara canora era molto ridotto.
  • Nate Ott è un amministratore della Wikipedia in Inglese e ha scritto centinaia di articoli relativi a navi da guerra tedesche impiegate tra gli anni Sessanta dell'Ottocento e la fine della Seconda Guerra Mondiale. Ha raccontato al blog di Wikimedia come è entrato in contatto con Wikipedia e come è nato il suo progetto sulla Marina imperiale tedesca.
source: http://wiki.wikimedia.it/wiki/Wikimedia_news/numero_124

L'articolo Beni culturali a Varenna, OpenStreetMap e la Pubblica Amministrazione: Wikimedia news n. 124 sembra essere il primo su .

by Federico Leva at July 07, 2016 06:50 PM

BASE Milano, Fashion Edit-a-thon, raduno a Verona: Wikimedia news n. 123

Wikimedia News - n. 123 - 19 maggio 2016

Banner di Pasquale Signore, [CC BY-SA 3.0]

20-21 maggio: due giorni di eventi a BASE Milano

Vi ricordiamo l'appuntamento per il 20 e 21 maggio, a Milano, presso BASE e il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, per una due giorni dedicata all'open content, ricca di eventi: vi saranno il raduno nazionale di OpenStreetMap Italia, un'editathon, un mapping party e la festa di inaugurazione della nuova sede di Wikimedia Italia. Vi aspettiamo per questo weekend di full-immersion nel mondo Wikimedia. C'è ancora tempo per segnalare la propria presenza: è sufficiente compilare il modulo a questo link. Consultate il programma e indicate a quale momento della giornata parteciperete.


Wikipediani in Residenza di Wikimedia Italia. (Logo Wikipedia di Snowdog (originally uploaded to IT, creaded by Author) [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons) [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons)


Wikipediani in Residenza nei musei

  • La collaborazione con il Museo Galileo di Firenze prosegue con successo: sono state liberate oltre 70 schede relative a biografie e strumenti conservati nel museo e si sta lavorando al miglioramento delle voci a riguardo. Prossimamente sarà liberato anche materiale fotografico e audiovisivo. Nel frattempo il personale del museo e della biblioteca stanno seguendo un corso per imparare e approfondire le capacità di partecipazione nei progetti wiki, con particolare riguardo alle risorse del Museo Galileo.
  • Al Museo nazionale della scienza e della tecnologia "Leonardo da Vinci" di Milano si sta concludendo il periodo di attività del Wikipediano in residenza offerto da Wikimedia Italia. Durante l'evento speciale del 21 maggio al museo, Marco Chemello presenterà i risultati della collaborazione assieme agli altri wikipediani in residenza nei musei. L'ultima novità riguarda la condivisione con licenza libera, da parte del Museo di Milano, del catalogo digitale delle collezioni tecnico-scientifiche: 2.440 schede con circa 7.000 immagini, la più grande donazione di questo genere da parte di un museo italiano. Durante l'evento i Wikipediani sono invitati a utilizzare i contenuti delle schede per migliorare le voci e crearne di nuove, anche dal vivo, e a scattare foto libere di tutte le collezioni esposte.



23 maggio: Europeana Fashion Edit-a-thon, la moda digitale al Campus di Rimini

Europeana Fashion Editathon at Nordiska museet in Stockholm‎, di Arild Vågen (Opera propria) [CC BY-SA 3.0], attraverso Wikimedia Commons

Lunedì 23 maggio 2016 presso la sede di Via Santa Chiara 40 del Campus dell'Università di Rimini, si ripete l'esperienza Europeana Fashion Editathon, grazie alla collaborazione fra il Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita dell' Università di Bologna (Docente prof.ssa Daniela Calanca), Europeana Fashion e Wikimedia Italia. Lo scopo generale della giornata di formazione, dedicata esclusivamente agli studenti dei corsi di moda del Campus, è favorire il riutilizzo delle immagini all’interno di Wikipedia e l’arricchimento delle voci dedicate alla storia del costume e alle collezioni delle istituzioni coinvolte. La giornata si focalizzerà su creazione e redazione di cinque voci su Wikipedia dedicate alla moda e corredate da immagini tratte dall'archivio digitale di Europeana Fashion.



Giornata a Verona con i coordinatori

Palazzo Barbieri, sede del Comune di Verona, che ha ospitato l'incontro il 14 maggio

Sabato 14 maggio i coordinatori di Wikimedia Italia si sono riuniti a Verona per festeggiare i 15 anni dell'edizione italiana di Wikipedia. Si trattava del primo incontro interregionale "ufficiale". Il Comune di Verona ha ospitato la manifestazione nel prestigioso Palazzo Barbieri, dove le autorità e le associazioni locali hanno accolto in modo caloroso i presenti. La mattina si è discusso di Wikipedia e scuola, con la presenza di numerosi coordinatori regionali e insegnanti, per iniziare a mettere a punto gli sforzi dei volontari nell'ambito didattico-pedagogico. Il pomeriggio è stato dedicato a una bella wiki-gita nel cuore della città scaligera alla scoperta dei suoi monumenti e della sua storia, conclusa con una "wiki-birrata".


Appuntamenti e comunicazioni

  • 20 maggio, Favara AG: Google I/O Extended South Sicily_Favara, organizzato dal GDG Gela presso il Farm Cultural Park. Sarà presente Fabio Rinnone (socio Wikimedia Italia) che terrà un intervento su Wikidata.
  • 21 maggio, Rovigo: dalle 10.30 alle 12.30, presso l’Accademia dei Concordi di Rovigo, il Centro Studi Storico Militari sulla Grande Guerra “Piero Pieri” e l’Associazione WW1 - dentro la Grande Guerra presentano l’evento Pole Position. Focus dedicato alla professione di pilota d’auto da corsa di ieri di oggi. Maria Antonietta Avanzo (prima pilota d’auto da corsa in Italia) e Michela Cerruti (la pilota italiana più forte al mondo) dialogano in un’inedita “staffetta” digitale -100/+100, dalla Grande Guerra a oggi. L’evento rientra nelle attività del progetto “Donne Si Fa Storia”, nell’ambito delle iniziative dedicate al Centenario della Grande Guerra.
  • 23 maggio, Borgo Valsugana (TN): inaugurazione della mostra itinerante di Wiki Loves Monuments Italia. Dalle ore 18.00, con Cristian Cenci, Eusebia Parroto e Niccolò Caranti.
  • 24 maggio, Volano (TN): Incontro "Wikipedia – condividere la conoscenza", nell'ambito del festival "Portobeseno 2016", organizzato dall'associazione Libera Mente.
  • 26 maggio, Mandello del Lario (LC): presentazione di Wikimania Esino Lario e progetti Wikimedia con Dario Crespi (coordinatore Wikimedia Italia per la Lombardia) e Catherine de Senarclens (team Wikimania Esino Lario).

Il 13 maggio 2016 è uscito sul Corriere della Sera un interessante articolo sull'iniziativa #WikiTIM.

Novità da Esino Lario - Wikimania 2016

Depliant della Youth Hackathon, di Ilario Valdelli (Opera propria) [CC BY-SA 4.0], attraverso Wikimedia Commons

<p align="justify">

Ricordiamo l'importante appuntamento di domenica 22 maggio: a Esino Lario, in previsione di Wikimania, viene testata la connettività. Le attività saranno rivolte principalmente a bambini e ragazzi dai 10 ai 15 anni (ma possono partecipare anche i più piccoli). Sulla pagina del raduno è disponibile il programma della giornata: al mattino attività in aula con laboratori di programmazione, crittografia, Wikipedia e OpenStreetMap, mentre dopo pranzo una caccia al tesoro basata su OpenStreetMap e Wikipedia. Durante tutta la giornata, presso il nuovo Museo delle Grigne, saranno esposti droni, stampanti 3D, Arduino ed esperimenti di fisica. Per partecipare è sufficiente registrarsi su Eventbrite.


A un mese da Wikimania 2016 si stanno definendo gli ultimi dettagli del programma che prevede 42 talk "critical issues", alcune "user digest", diversi training e discussioni, eventi serali ed escursioni.


Novità dal mondo OpenStreetMap

Weather Undeground (https://www.wunderground.com/) usa OSM
  • Il motore di ricerca dei changeset di Pascal Neis adesso supporta la ricerca in tutti i tag assegnati al gruppo di modifiche.
  • Historic.place visualizza dettagli di tutti gli oggetti classificati come storici in OpenStreetMap.
  • Su Mediawiki.org si discute del futuro delle mappe sui progetti Wikimedia con l'introduzione di tool per mappe dinamiche basate su OpenStreetMap.
  • PicoMaps sono delle mappe per Garmin focalizzate sulle necessità del geocaching.
  • Grazie ad OpenAerialMap è possibile condividere immagini recenti provenienti da satellite e da droni per contribuire ai progetti di mappatura, come nel caso del terremoto in Ecuador.


Novità dal mondo Wiki

Elvis Presley Jailhouse Rock, di Metro-Goldwyn-Mayer, Inc. [Pubblico dominio], via Wikimedia Commons
  • La Wikipedia in Inglese ha stilato la classifica dei suoi dieci articoli più lunghi ad oggi. L'articolo che ha il numero più alto di parole riguarda una leggenda della musica: Elvis Presley! Per curiosità, qui anche la classifica con i dieci articoli più corti.
  • Nei giorni 30 aprile e 1 Maggio, un avvocato del team della Wikimedia Foundation ha partecipato alla Freedom of Expression Scholars della Yale Information Society Project, annuale conferenza che riunisce le più alte menti del mondo sulla tematica della libera espressione.
  • Un "piccolo" incidente di percorso, a uno dei server della NASA, ha fatto capire come la NASA stessa e la comunità Wiki siano un abbinamento perfetto: per gestire la pletora di informazioni del programma EVA, gli ingegneri si sono rivolti a MediaWiki, il software open-source di cui lo stesso progetto Wikipedia si basa, sviluppando un Wiki per le loro esigenze.
source: http://wiki.wikimedia.it/wiki/Wikimedia_news/numero_123

L'articolo BASE Milano, Fashion Edit-a-thon, raduno a Verona: Wikimedia news n. 123 sembra essere il primo su .

by Federico Leva at July 07, 2016 06:48 PM

Assemblea, bibliotecari, cinque per mille: Wikimedia news n. 121

Wikimedia News - n. 121 - 20 aprile 2016

Banner di Pasquale Signore, [CC BY-SA 3.0]

Con il 5x1000 Wikimedia Italia libera la cultura

L'Agenzia delle Entrate ha pubblicato i risultati del 5x1000 raccolto dalle associazioni di volontariato nel 2014. Wikimedia Italia ha ottenuto un ottimo risultato. Ringraziamo di cuore tutti coloro, sempre più numerosi, che ogni anno ripongono in noi la loro fiducia. Vi ricordiamo che anche nel 2016 è possibile destinare il 5x1000 a Wikimedia Italia. È sufficiente scrivere il nostro codice fiscale nella dichiarazione dei redditi: 94039910156.


Wikimania 2015 - Group photo, di EneasMx [CC BY-SA 4.0], via Wikimedia Commons

Borse "Alessio Guidetti" per Wikimania 2016

In occasione di Wikimania 2016, dodicesima edizione del raduno internazionale, che si terrà quest'anno a Esino Lario (LC), dal 22 al 28 giugno, Wikimedia Italia mette a disposizione le Borse di partecipazione "Alessio Guidetti" per Wikimania 2016 per sostenere i costi di partecipazione all'evento. La scadenza per la presentazione delle domande è stata posticipata al giorno sabato 30 aprile 2016, (ore 23:59 CEST). Le borse di partecipazione sono così divise: :

  • 5000 € per borse complete (equivalente a circa 10 borse)
  • 3000 € per borse parziali (equivalente a circa 10 borse)

Wikimania è un'occasione unica per conoscere la comunità wikimedia e quest'anno, per la prima volta, è "dietro l'angolo": in Italia, a Esino Lario. Consigliamo a tutti gli interessati di candidarsi, leggendo attentamente i criteri di selezione.
Oltre a queste borse, Wikimedia Italia ha finanziato borse internazionali per € 3.000.

Wikipediani in Residenza di Wikimedia Italia. (Logo Wikipedia di Snowdog (originally uploaded to IT, creaded by Author) [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons) [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons)


Wikipediani in Residenza nei musei

  • Alla biblioteca digitale BEIC è in corso la sistemazione su Wikimedia Commons delle 17mila fotografie di Paolo Monti caricate all'inizio del mese (qui una galleria). La Fondazione BEIC ha infatti concesso con licenza libera l'archivio digitalizzato del celebre fotografo milanese: si tratta del rilascio di immagini più grande di sempre in Italia. Mano a mano le voci di Wikipedia in varie lingue stanno iniziando ad arricchirsi di queste bellissime immagini.
  • Dura ancora due settimane la collaborazione con il MUSE di Trento. Niccolò Caranti ha caricato su Commons alcune centinaia di fotografie di reperti posseduti dal museo (alcune sono già state riconosciute come "immagini di valore") e ha iniziato la digitalizzazione su Wikisource de "Il Trentino", un importante libro del 1898 dell'irredentista Cesare Battisti. Con l'aiuto di altri wikipediani locali inoltre si sta organizzando una piccolo edit-a-thon con lo staff dell'istituzione.
  • Al Museo nazionale della scienza e della tecnologia Leonardo da Vinci di Milano sono cominciati i primi caricamenti di foto degli oggetti esposti, fornite dal museo, e si stanno scrivendo le prime voci di Wikipedia. Marco Chemello farà da tutor al personale coinvolto nel progetto fino a maggio, quando i risultati verranno presentati al pubblico nel corso di un evento speciale in via di organizzazione.
  • Lo scorso 18 aprile è iniziata una nuova collaborazione: Simone Massi è il nuovo Wikipediano in Residenza presso il Museo Galileo di Firenze. L'istituzione, con l'aiuto del nostro WiR, condividerà alcuni dei suoi materiali con licenza libera e attiverà dei corsi di formazione su Wikipedia per i suoi dipendenti.



Assemblea di Wikimedia Italia a Firenze: come è andata

Il consiglio direttivo di Wikimedia Italia neoeletto. Foto di Dario Crespi [CC BY-SA 4.0], via Wikimedia Commons

Sabato 9 aprile, alla Biblioteca delle Oblate di Firenze, l'Associazione si è riunita per la consueta assemblea dei soci. La giornata è stata scandita da due momenti: la mattina è stata presentata una relazione sulle attività svolte nel 2015, illustrata da Giuliana Mancini (Direttore Generale). A partire dal primo pomeriggio si è svolta la vera e propria assemblea. Dopo l'approvazione del primo regolamento sul conflitto di interesse dell'Associazione, si è passati all'approvazione dei bilanci (consuntivo 2015 e preventivo 2016). In conclusione si sono tenute le elezioni per il rinnovo delle cariche sociali. I risultati non hanno comportato modifiche sostanziali all'organico, ma solo un cambio di ruolo. Il consiglio direttivo risulta composto da: Lorenzo Losa (presidente), Cristian Consonni (vicepresidente), Simone Cortesi (tesoriere), Luca Martinelli (responsabile progetti) e Ginevra Sanvitale (segretario). Degno di menzione è stato anche il rinnovo del collegio dei garanti, che per i prossimi due anni sarà composto da Maurizio Codogno, Roberto Corda e Iolanda Pensa. Per maggiori informazioni si rimanda al verbale.



Bibliotecari a lezione: si parla di Wikipedia

Università di Bologna, interno. [CC-BY-SA-3.0], via Wikimedia Commons

Il giorno 18 aprile si è svolto "Non solo voci: collegamenti tra Wikipedia e le risorse bibliografiche online", corso wiki rivolto a circa 100 bibliotecari dell'Università di Bologna e dell'Istituzione Biblioteche del Comune di Bologna a cura di Federico Leva (GLAM specialist Wikimedia Italia). Il corso è strutturato in due moduli distinti ma collegati. Al primo modulo, di approccio generale, si affiancheranno due laboratori pratici, che hanno lo scopo di approfondire gli aspetti più specificamente connessi alla professionalità dei bibliotecari. In particolare verranno presentate le possibili interazioni delle voci di Wikipedia con i cataloghi e con le risorse bibliografiche online.


Appuntamenti e comunicazioni

  • 20 aprile/8 maggio 2016, Modena: continua il tour della mostra delle migliori immagini dell'edizione 2015 di Wiki Loves Monuments. A partire da mercoledì 20 aprile viene inaugurata l'esposizione presso Fondazione Fotografia di Modena, promossa in collaborazione con APT Emilia Romagna. La mostra è aperta mercoledì, giovedì e venerdì dalle 15 alle 19, sabato e domenica dalle 11 alle 19. L’ingresso è gratuito.
  • 21 aprile, Napoli: intervento su bibliotecari e progetto GLAM all'aperitivo Talk & Drinks! (locandina su facebook) presso l'Istituto di Genetica e Biofisica del CNR, tenuto da Claudio Forziati (coordinatore area biblioteche per la regione Campania).
  • 27 e 28 aprile, Urbino: corsi wiki a una classe del prof. Boccia Artieri dell'Università di Urbino, ore 17-19 e 9-11, tenuti da Federico Leva (dipendente Wikimedia Italia). L'iniziativa è finanziata da Telecom Italia.
  • 28 aprile, Bologna: Istituto Comprensivo n. 13, ore 17.00-19.00, introduzione ai progetti Wikimedia per gli animatori digitali dell'Emilia Romagna, docenti e genitori, con Piero Grandesso (socio Wikimedia Italia).
  • 5 maggio, Bologna: WikiAperitivo mensile, ore 19.30 - 22.00, incontro aperto al pubblico per domande e aiuto relativi ai progetti e all'associazione (pagina per i soci), con Virginia Gentilini (responsabile GLAM di Wikimedia Italia), Giuseppe Profiti (coordinatore Wikimedia Italia per l'Emilia Romagna), Ginevra Sanvitale (direttivo Wikimedia Italia).
  • 5 e 6 maggio, Napoli: WikiMuseums, evento di formazione per operatori museali e scuole, in collaborazione con BAM!StrategieCulturali (pagina per soci). Partecipano Saverio G. Malatesta, Claudio Forziati e Simone Cortesi (soci Wikimedia Italia).

Novità da Esino Lario - Wikimania 2016

Wikipediani ed esinesi a pranzo durante il primo sopralluogo di Wikimedia Foundation, di Mauro Cassina (Opera propria) [CC BY-SA 4.0], attraverso Wikimedia Commons

Quali sono le due esigenze principali per un wikipediano che partecipa a Wikimania? Ovviamente la connettività, ma altrettanto fondamentale è il cibo. A Wikimania Esino Lario durante i pasti non verranno serviti i classici "cibi da conferenza", ma piatti tipici del territorio e, in generale, della cucina italiana. Questo grazie alla collaborazione di tutti i bar e ristoranti del paese, che offriranno le loro specialità e sapranno soddisfare le esigenze alimentari più particolari. Il servizio di ristorazione sarà rafforzato con la presenza di un catering all'interno di una tensostruttura che sarà posizionata nei pressi del palazzetto dello sport, una delle sale che ospiteranno le conferenze. Anche le indispensabili pause caffè potranno contare su ottimi snack e bevande, grazie al sostegno di aziende quali ICAM per il cioccolato, Mauri per i formaggi e Norda per acqua e bibite.


Novità dal mondo OpenStreetMap

FlightRadar24 ha realizzato in collaborazione con MapBox una nuova versione del suo visualizzatore 3D dei voli
  • La app Maps.me, navigatore offline open source, ha introdotto la possibilità di modificare direttamente i punti di interesse di OpenStreetMap.
  • Un fork di iD, l'editor web di OpenStreetMap, permette di creare in modo semplificato i piani degli edifici seguendo gli schemi dell'indoor mapping.
  • La World Bank, in collaborazione con Mapillary, ha organizzato una campagna di mappatura fotografica delle strade di Dar Es Salaam per migliorare la pianificazione delle risposte alle emergenze alluvionali che ogni anno causano danni e morti per le strade della capitale della Tanzania.
  • Geopedia mette insieme OpenStreetMap e le voci di Wikipedia in una applicazione web e per smartphone che consente di leggere gli articoli relativi agli oggetti nelle vicinanze di un punto a nostra scelta.


Novità dal mondo Wiki

Elaborato della Wikimedia Education Collab, di Melina Masnatta (WMAR) [CC BY-SA 4.0], via Wikimedia Commons
  • Terzo meeting a Stoccolma per la Wikimedia Education Collab: gli addetti ai lavori si sono incontrati per definire nuove priorità, linee guida e piani di sviluppo per l'anno in corso. Intanto, alcuni obiettivi sono già stati portati a termine, come per esempio un nuovo recognition system per studenti e insegnanti, nuove creazioni e traduzioni di molte risorse didattiche, e infine nuovi strumenti per rendere più chiari e semplici i criteri di adesione e decisioni collaborative.
  • Introdotto il dataset sui dispositivi unici, che permetterà di stimare il numero di persone che leggono i progetti Wikimedia sul web su base mensile e giornaliera. Particolare attenzione viene data al tipo di dispositivo usato.
  • Sono uscite le nuove highlights di Wikimedia del mese di Marzo.
source: http://wiki.wikimedia.it/wiki/Wikimedia_news/numero_121

L'articolo Assemblea, bibliotecari, cinque per mille: Wikimedia news n. 121 sembra essere il primo su .

by Federico Leva at July 07, 2016 06:46 PM

Wikimuseums, nuova sede, Osservatorio Balcani Caucaso: Wikimedia news n. 120

Wikimedia News - n. 120 - 31 marzo 2016


Wikimuseums a Napoli

Il 5 e 6 maggio 2016 il Museo Pignatelli di Napoli ospiterà Wikimuseums, una due giorni dedicata alla sfida della partecipazione digitale per valorizzare il patrimonio culturale delle nostre città. All'interno del ricco programma trova spazio anche Wikimedia Italia con un workshop tenuto da Simone Cortesi (vicepresidente), Saverio G. Malatesta (coordinatore regionale per la Campania) e Claudio Forziati (coordinatore area biblioteche per la Campania). La sessione di formazione, teorica e pratica, sull'uso di Wikipedia si terrà venerdì 6 maggio, dalle 14.30 alle 18.30; oltre ai rappresentanti di Wikimedia Italia, ad animare l'incontro vi saranno esperti di Wikimuseums, Open Cultuur Data e BAM! Strategie Culturali. Il workshop è a numero chiuso: la partecipazione, gratuita, è riservata a operatori e professionisti dei musei e dei beni culturali. È possibile iscriversi online entro venerdì 15 aprile.


Wikipediani in Residenza di Wikimedia Italia. (Logo Wikipedia di Snowdog (originally uploaded to IT, creaded by Author) [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons)


Wikipediani in Residenza nei musei: report

  • Il progetto alla Fondazione Mansutti di Milano è giunto alla sua fase finale, che prevede la traduzione in inglese delle voci realizzate finora e una voce riassuntiva sulla storia dell'assicurazione. È possibile seguire i lavori sulla pagina di progetto nella relazione sul primo mese di lavoro.
  • Continua la collaborazione con il MUSE di Trento. Sono stati effettuati alcuni incontri di formazione sui progetti Wikimedia per lo staff del museo, sono iniziati i lavori su Wikipedia e su Commons e, infine, Niccolò Caranti ha terminato la digitalizzazione di un libriccino del 1681.
  • Al Museo L. Da Vinci di Milano, Marco Chemello (intervistato su la Repubblica del 31 marzo) prosegue il percorso di formazione rivolto a circa 20 dipendenti del museo. Il corso si trasformerà il mese prossimo in un workshop per la scrittura delle prime voci basate sui contenuti dell'istituzione, partendo con i "pezzi forti" del museo e le collezioni tecnico-scientifiche.
  • Presso la Fondazione BEIC è in corso il trasferimento di contenuti e bibliografia tratti dalla collezione Viaggi in Italia e nel mondo e sta iniziando il caricamento su Wikimedia Commons delle foto del fondo Paolo Monti.



Wikimedia Italia cambia casa

Spazio BASE a Milano. di Alessandra Gasparini [CC BY-SA 4.0], via Wikimedia Commons

A partire da metà aprile 2016 l'ufficio di Wikimedia Italia si sposterà a Milano, presso lo stabilimento ex Ansaldo (via Bergognone, 34). Gli spazi della fabbrica, riqualificati con il contributo del Comune di Milano, ospiteranno un polo culturale chiamato BASE. Inaugurato lo scorso 30 marzo con una grande festa aperta alla cittadinanza, lo spazio tra via Bergognone e via Tortona ospiterà aree di coworking, laboratori, esposizioni, spettacoli, workshop e molto altro. Lo spostamento nella nuova sede avverrà tra lunedì 11 e venerdì 15 aprile: in quei giorni l'ufficio di Wikimedia Italia rimarrà chiuso. Vi ringraziamo in anticipo per la vostra pazienza.


Wikipediano in Residenza all'Osservatorio Balcani Caucaso

Balcani. [CC-BY-SA-3.0], via Wikimedia Commons

Si è conclusa lo scorso 29 febbraio l'esperienza del Wikipediano in Residenza Davide Denti presso l'Osservatorio Balcani Caucaso. La collaborazione, iniziata a settembre, si è svolta nel contesto del progetto European Centre for Press and Media Freedom (ECPMF), i cui obiettivi fondamentali sono di monitorare l'applicazione della Carta europea per la libertà di stampa, firmata nel 2009, e di reagire contro gli attacchi alla stampa e alla libertà dei media. La relazione finale dell'operato del Wikipediano in Residenza si può leggere qui: https://it.wikipedia.org/wiki/Progetto:GLAM/OBC/Rapporto_finale.


Appuntamenti e comunicazioni

  • 30 marzo, Fisciano (SA): incontro con gli studenti della cattedra di Teorie e tecniche dei media digitali presso il Dip. di Scienze politiche, sociali e della comunicazione dell'Università degli studi di Salerno, dal titolo Introduzione a Wikipedia, l'enciclopedia libera. L'incontro è propedeutico alla partecipazione al laboratorio in preparazione WikiBowers@UNISA e sarà tenuto da Claudio Forziati (coordinatore area biblioteche per la Campania).
  • 31 marzo, Potenza: Luigi Catalani (coordinatore Wikimedia Italia per la regione Basilicata) tiene un terzo incontro rivolto a 3 docenti e 40 studenti del Liceo Scientifico G. Galilei di Potenza per monitorare il lavoro svolto finalizzato alla stesura di alcune voci su Wikipedia dedicate alle opere di Bernardino Telesio. I risultati dell'attività saranno presentati l'8 aprile in occasione del Convivium Galileianum.
  • 2-3 aprile, Vecchiano (PI): Wikimedia Italia sarà presente con un banchetto alla Fiera di Primavera, con Susanna Giaccai (coordinatrice area biblioteche per la Toscana).
  • 8 aprile, Milano: incontro con alcuni studenti del quartiere di Quarto Oggiaro per parlare di conoscenza libera e per illustrare il corretto uso di Wikipedia e il concetto di fonte autorevole, con Dario Crespi (coordinatore Wikimedia Italia per la Lombardia) in collaborazione con Save the Children e ACLI Lombardia.
  • 9 aprile, Firenze: assemblea dei soci di Wikimedia Italia, presso la Biblioteca delle Oblate (via dell'Oriuolo 24). I posti della sala sono limitati, perciò occorre iscriversi per tempo compilando il modulo online su Eventbrite. Gli ultimi dettagli sono in fase di definizione: consigliamo di seguire la pagine dedicate per rimanere sempre aggiornati (pagina per i soci; pagina per il pubblico).
  • 21 aprile, Verona: focus su Wikipedia con gli studenti di comunicazione dell'istituto universitario IUSVE, con Marco Chemello (coordinatore Wikimedia Italia per il Veneto).
  • Da Asti, dove è rimasta nelle ultime settimane, la mostra delle foto vincitrici di Wiki Loves Monuments 2015 si sposta a Comacchio, in provincia di Ferrara. Presso Palazzo Bellini (via Agatopisto 5) sarà possibile visitare gratuitamente l'esposizione dal 6 al 17 aprile, nei seguenti orari: 9-13 / 15-18. Nei giorni successivi, fino all'8 maggio, la mostra continuerà il tour in Emilia Romagna e approderà a Modena, presso la prestigiosa Fondazione Fotografia.
  • Nella settimana tra lunedì 11 e venerdì 15 aprile l'ufficio di Wikimedia Italia rimarrà chiuso causa trasloco presso la nuova sede di Milano (via Bergognone, 34). Ringraziamo anticipatamente per la pazienza.

Novità da Esino Lario - Wikimania 2016

Volontari al lavoro per la preparazione di Wikimania Esino Lario, di Dario Crespi (Opera propria) [CC BY-SA 4.0], attraverso Wikimedia Commons

Siamo a due mesi e mezzo dall'inizio di Wikimania 2016. L'intero progetto ha potuto contare, sin da prima della candidatura di Esino Lario, su un grande team di volontari che è andato via via arricchendosi di nuove persone per le più svariate attività di preparazione dell'evento. Un team che, insieme all'energica partecipazione degli esinesi (alcuni dei quali stanno seguendo corsi gratuiti di lingua inglese organizzati proprio in vista di Wikimania), ha colpito i rappresentanti di Wikimedia Foundation che hanno visitato Esino Lario quasi un anno fa. A questi volontari durante la settimana di Wikimania se ne aggiungeranno altri, tra i quali molti studenti delle scuole superiori del Lecchese e della Lombardia.

Oltre a queste persone che da mesi stanno lavorando per la buona riuscita di Wikimania, giocano un importante ruolo anche le istituzioni e le aziende che supportano, anche da un punto di vista economico, l'evento.
Scopri di più sul blog su Wikimedia Italia.

Novità dal mondo OpenStreetMap

OSRM lancia una visualizzazione che mostra come attribuisce le velocità alle strade inserite in OpenStreetMap
  • father.io è un nuovo videogioco in realtà aumentata che porta l'esperienza dei "first person shooter" sugli smartphone: è sviluppato in Trentino e utilizza i dati di OpenStreetMap.
  • Mapbox ha creato una guida dedicata al miglioramento della mappatura delle strade per consentirne la navigazione (da come tracciare una strada fino a modellare le corsie di svolta).
  • L'iniziativa Improve-OSM, nata per processare le segnalazioni gps provenienti da Scout, ha iniziato a fornire indicazioni su dove mappare strade mancanti con i dati GPS forniti dal ministero dell'ambiente del Brasile


Novità dal mondo Wiki

Frostedbubble, di Danielarapava (Own work) [CC BY-SA 4.0], via Wikimedia Commons
  • Grazie all'utilizzo del nuovo tool per le traduzioni, il gruppo di lavoro Medical Translation Task Force ha aumentato del 17% la sua produttività. In particolare, sono state tradotte in molte lingue diverse le voci di Wikipedia relative ai 23 vaccini indicati come fondamentali dalla Organizzazione Mondiale della Sanità.
  • Sono stati proclamati i vincitori dell'European Science Photo Competition: oltre 2.200 persone da 40 paesi diversi hanno partecipato, caricando circa 10.000 immagini su Wikimedia Commons.
  • Giunta alla sua terza edizione, la Art+Feminism Wikipedia edit-a-thon ha riscosso quest'anno un grande successo. Sono stati organizzati oltre 125 eventi in diverse parti del mondo, grazie ai quali le pagine di Wikipedia si sono arricchite di voci dedicate a donne che hanno fatto la storia.
source: http://wiki.wikimedia.it/wiki/Wikimedia_news/numero_120

L'articolo Wikimuseums, nuova sede, Osservatorio Balcani Caucaso: Wikimedia news n. 120 sembra essere il primo su .

by Federico Leva at July 07, 2016 06:44 PM

Wikimania nelle scuole, Fondazione Micheletti: Wikimedia news n. 119

Wikimedia News - n. 119 - 17 marzo 2016

Convegno Bibliotecari alla Fondazione Stelline 2016, dal sito http://www.convegnostelline.it


Wikimedia Italia al convegno delle Stelline 2016

Il 17 e il 18 marzo 2016 Wikimedia Italia parteciperà attivamente al convegno “Bibliotecari al tempo di Google” presso la Fondazione Stelline a Milano. Si tratta del ventunesimo appuntamento dedicato ai bibliotecari italiani, che in questa sede da sempre si confrontano sulle sfide che il settore deve affrontare nel tempo. Il tema di quest’anno mette sotto i riflettori il rapporto dei bibliotecari con le pressanti necessità di un lavoro che è sempre più digitalizzato. Wikimedia Italia sarà presente con uno stand e contribuirà al dibattito con un convegno in programma per venerdì 18 marzo. I rappresentanti della nostra Associazione, impegnati da sempre nei progetti rivolti ai professionisti del settore culturale, racconteranno le esperienze concrete di collaborazione che legano il mondo Wikimedia al sistema bibliotecario italiano.
Il programma completo del convegno di Wikimedia si trova sul nostro blog.


La sala grande della Fondazione Mansutti, di Fondazione Mansutti (Opera propria) [CC BY-SA 4.0], via Wikimedia Commons


Wikipediani in Residenza nei musei: report

  • Prosegue il progetto alla Fondazione Mansutti di Milano, che prevede di realizzare centinaia di voci enciclopediche sulla storia dell'assicurazione, accompagnate da altre foto di frontespizi antichi, altrimenti di difficile accesso. La realizzazione delle voci in lingua italiana è a buon punto, mentre il caricamento delle foto su Wikimedia Commons è completo. È disponibile una relazione sugli obiettivi realizzati nel primo mese di lavoro.
  • È iniziata a marzo anche la collaborazione con il MUSE - Museo delle Scienze di Trento. Niccolò Caranti si occuperà di caricare le immagini dei reperti posseduti dal museo e di formare i ricercatori, in modo da metterli in condizione di contribuire autonomamente. Lavorerà inoltre alla digitalizzazione su Wikisource di testi antichi custoditi nella biblioteca dell'istituzione.
  • Al Museo nazionale della Scienza e della Tecnologia L. Da Vinci di Milano, Marco Chemello ha iniziato il percorso di formazione sull'uso di Wikipedia con un nutrito gruppo del personale. È inoltre stata avviata la selezione dei contenuti da condividere con licenza libera, con un focus particolare sulle collezioni tecnico-scientifiche del museo, che sono le più conosciute e rappresentative.
  • Presso la Fondazione BEIC il Wikipediano in Residenza, in collaborazione con il personale, ha iniziato a trasferire contenuti tratti dalla collezione Viaggi in Italia e nel mondo. A breve, inoltre, verranno caricate su Wikimedia Commons le immagini dell'archivio fotografico del fondo Paolo Monti.



Marzo: il mondo wiki nelle scuole con Wikimania Esino Lario

Presentazione a scuola - progetto per Wikimania Esino Lario - dicembre 2015 di Lara Pensa [CC BY-SA 4.0], via Wikimedia Commons

Per realizzare Wikimania 2016, il team di Esino Lario ha ottenuto un finanziamento da Fondazione Cariplo. La conferenza di giugno si inserisce nel quadro di un progetto più ampio, Wikimania Esino Lario - Protagonismo culturale offline e online, che prevede il coinvolgimento del pubblico nella fruizione e produzione di contenuti. Parte del progetto riguarda l'intervento nelle scuole, portato avanti nello specifico dal collaboratore di Wikimedia Italia Dario Crespi. I corsi per studenti e insegnanti sono volti a migliorare la comprensione del funzionamento di Wikipedia e a permettere un uso più consapevole dello strumento. A oggi sono quattro gli istituti nella provincia di Lecco e Como coinvolti, per un totale di circa 400 alunni. Inoltre, sono già stati calendarizzati altri sei incontri che si svolgeranno presso altrettanti istituti lombardi. L'interesse manifestato dalle scuole cresce di giorno in giorno, perciò prevediamo che il numero delle classi partecipanti aumenterà ancora.


Fondazione Micheletti: nuovo partner GLAM

Prigionieri austriaci, 1918, di Fondazione Micheletti (archivio), [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons

Si aggiunge un nuovo prestigioso partner al progetto GLAM: la Fondazione Luigi Micheletti di Brescia. La collaborazione prevede il rilascio con licenza libera, e il caricamento su Wikimedia Commons, di 100 immagini provenienti dall'archivio Micheletti e due incontri formativi per il personale della Fondazione. La Fondazione Luigi Micheletti è un centro di ricerca sull’età contemporanea, specializzato nella raccolta e comunicazione del patrimonio materiale e immateriale del XX e XXI secolo. Nel contesto della partnership con Wikimedia Italia, la Fondazione si impegna a coinvolgere altre realtà del territorio (archivi, scuole etc.), in modo da prefigurare un progressivo allargamento della presente collaborazione.


Appuntamenti e comunicazioni

  • 17 marzo, Genova: presso la Biblioteca Universitaria, corso introduttivo a Wikipedia con Susanna Giaccai
  • 19 marzo, Ragusa Ibla (RG), presso Ex Convento di santa Teresa: editathon a insegnanti delle scuole superiori, organizzata dall'Università degli Studi di Catania, Struttura Didattica Speciale di Lingue e Letteratura Straniera, tenuta da Giovanni Augulino (socio Wikimedia Italia).
  • 19 marzo, Potenza: Luigi Catalani tiene un secondo incontro rivolto a 3 docenti e 40 studenti del Liceo Scientifico G. Galilei di Potenza per monitorare il lavoro svolto finalizzato alla stesura di alcune voci su Wikipedia dedicate alle opere di Bernardino Telesio. I risultati dell'attività saranno presentati l'8 aprile in occasione del Convivium Galileianum.
  • 21 marzo, Busto Arsizio (VA): premiazione del concorso Wiki Loves Busto Arsizio 2015, presso Villa Calcaterra, via Magenta 70. Con Dario Crespi (coordinatore Wikimedia Italia per la Lombardia) e Iolanda Pensa (coordinatrice Wikimania Esino Lario e socia Wikimedia Italia).
  • 9 aprile, Firenze: assemblea dei soci di Wikimedia Italia, presso la Biblioteca delle Oblate (via dell'Oriuolo 24). I posti della sala sono limitati, perciò occorre iscriversi per tempo compilando il modulo online su Eventbrite. Gli ultimi dettagli sono in fase di definizione: consigliamo di seguire la pagine dedicate per rimanere sempre aggiornati (pagina per i soci; pagina per il pubblico).


Articoli

  • Il Corriere Fiorentino dedica un articolo all'incontro avvenuto l'8 marzo alla Biblioteca Nazionale di Firenze in occasione della Giornata Internazionale della Donna.


Novità da Esino Lario - Wikimania 2016

Una discussione durante Wikimania 2015, di EneasMx (Opera propria) [CC BY-SA 4.0], attraverso Wikimedia Commons

Mancano tre mesi a Wikimania. In questo momento sono aperte le registrazioni per il 12º raduno internazionale dei volontari di Wikipedia e della comunità Wikimediana. Sono disponibili diversi pacchetti. La registrazione completa, per partecipare solo ai tre giorni di conferenza, oppure anche alle due giornate di preconferenza, comprende anche i pasti e l'alloggio in un albergo o dormitorio a Esino Lario, oppure in uno dei tanti appartamenti messi a disposizione dagli esinesi: semplici alloggi condivisi a poca distanza dal centro del paese. Questo processo è interamente gestito dal team di Wikimania 2016.
È anche possibile scegliere di alloggiare in uno dei comuni vicini a Esino Lario (in particolare Varenna e Perledo): in questo caso è possibile scegliere l'opzione che include solo la registrazione all'evento e i pasti, mentre per l'alloggio è possibile contattare direttamente gli albergatori locali.
Esiste anche la possibilità di partecipare scegliendo l'opzione che comprende la sola registrazione all'evento, senza alloggio e pasti per uno o più giorni, mentre per chi ha la necessità di partecipare con la famiglia è a disposizione un pacchetto per i bambini, ai quali saranno dedicate specifiche attività durante il corso di Wikimania.


Oltre alle registrazioni, sono aperte le call per proporre una discussione, un training o un poster per il Community Village. Questa call chiuderà il 30 marzo. Tutti i wikipediani, wikimediani e le persone coinvolte in progetti legati alla conoscenza libera possono inserire una proposta; per i training è richiesto che ci siano almeno cinque persone interessate a parteciparvi.


Prossimi appuntamenti
Mercoledì 23 marzo, presso il polo territoriale di Lecco del Politecnico di Milano avrà luogo un incontro con l'obiettivo di far conoscere il dietro le quinte di Wikipedia e di OpenStreetMap e di invitare nuovi contributori a questi progetti. Saranno presenti Frieda Brioschi, ex presidente di Wikimedia Italia e membro del direttivo di Wikimedia Foundation, Simone Cortesi, vicepresidente di Wikimedia Italia e tra i più attivi contributori di OpenStreetMap, e Iolanda Pensa, responsabile generale di Wikimania Esino Lario.

Novità dal mondo OpenStreetMap

Con OpenStreetMap si può uscire facilmente dai labirinti. Nello screenshot il labirinto di siepi di Kleinwelka (Sassonia)


  • OpenSnowMap rinnova il codice: il sito permette di vedere tutte le piste da sci mappate su OpenStreetMap.
  • L'Australia ha rilasciato un database contenente tutti i suoi numeri civici. Il progetto OpenAddresses li ha già elaborati.
  • OpenLinkMap torna online: il sito permette di "cliccare" i punti di interesse di OpenStreetMap.
  • Development Seed e American Red Cross hanno sviluppato un sistema di statistiche in real time per tenere traccia dei contributi al progetto Missing Maps.


Novità dal mondo Wiki

Katherine Maher, foto di Sebastiaan ter Burg [CC BY-SA 2.0], via Wikimedia Commons
  • Katherine Maher, capo del settore comunicazione, è stata nominata Direttore Esecutivo ad interim dal board di Wikimedia Foundation, dopo le dimissioni che Lila Tretikov ha rassegnato nelle scorse settimane.
  • La comunità di Wikipedia si è attivata per diffondere quante più informazioni possibili sul preoccupante virus Zika.
  • Nel mese di agosto 2015 a Vienna è nata Wikipedia for Peace, un progetto che unisce utenti diversi, provenienti da culture differenti, con lo scopo di abbattere le frontiere linguistiche e geografiche e unire le persone che vogliono generare consapevolezza discutendo, facendo ricerca e fornendo informazioni su temi di rilevanza socio-politica.
source: http://wiki.wikimedia.it/wiki/Wikimedia_news/numero_119

L'articolo Wikimania nelle scuole, Fondazione Micheletti: Wikimedia news n. 119 sembra essere il primo su .

by Federico Leva at July 07, 2016 06:43 PM

Museo Galileo, Fondazione Mansutti, donne scrivono Wikipedia: Wikimedia news n. 118

Wikimedia News - n. 118 - 3 marzo 2016

Firenze Cupola del Duomo dalla Altana della Biblioteca Oblate, di Giaccai (Opera propria) [CC BY-SA 4.0], via Wikimedia Commons


Assemblea dei soci a Firenze

Impossibile mancare: la cornice sarà delle più suggestive e gli argomenti da affrontare tra i più importanti della vita dell'Associazione. Stiamo parlando della prima assemblea del 2016 dei soci di Wikimedia Italia, che si svolgerà a Firenze, sabato 9 aprile, alla Biblioteca delle Oblate (via dell'Oriuolo 24).
Sarà un'occasione per parlare degli obiettivi raggiunti e delle attività realizzate nel 2015 e dei progetti per il 2016, per dare il benvenuto ai nuovi associati, ma non solo. I soci saranno chiamati a eleggere ben 4 membri (su 5) del Consiglio Direttivo e a rinnovare le cariche del Collegio dei Garanti. L'assemblea è aperta a tutti, perciò vi invitiamo a partecipare numerosi. Tuttavia, i posti della sala sono limitati, perciò vi chiediamo di iscrivervi per tempo compilando il modulo online su Eventbrite. Gli ultimi dettagli sono in fase di definizione: tenete monitorate la pagine dedicate per rimanere sempre aggiornati (pagina per i soci; pagina per il pubblico).


BarCamp a Montecitorio, di Camelia.boban (Opera propria) [CC BY-SA 4.0], via Wikimedia Commons


Wikimedia Italia a ricevimento dal Ministro Franceschini

Prosegue il dialogo tra Wikimedia Italia e le istituzioni per migliorare la normativa esistente in materia di beni culturali, al fine di rendere possibile la pubblicazione di immagini con licenza libera (CC BY-SA). Grandi passi avanti sono stati fatti nelle scorse settimane: una delegazione composta da Giuliana Mancini (Direttore Generale), Lorenzo Losa (Presidente) e Andrea Zanni (Ex-presidente) è stata ricevuta a Roma direttamente dal Ministro per i Beni e le Attività Culturali, Dario Franceschini. In quella sede, il Ministro e i suoi collaboratori si sono impegnati a venire incontro alle richieste di Wikimedia Italia, al fine di superare gli ostacoli che l'attuale codice pone nella libera condivisione di immagini del patrimonio italiano. Questo anche in vista di Wikimania Esino Lario, appuntamento riconosciuto dal Ministero come di grande prestigio per il nostro Paese. Il provvedimento più adatto allo scopo sarà molto probabilmente un decreto ministeriale.



Cercasi Wikipediano in Residenza per Museo Galileo di Firenze

Immagine di JAnstee (WMF) (Opera propria) [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons

Wikimedia Italia eccezionalmente riapre la selezione per trovare un Wikipediano in Residenza da impiegare presso il Museo Galileo di Firenze. Se avete una buona conoscenza delle regole e del funzionamento di Wikipedia e dei progetti Wikimedia, non esitate a candidarvi.
Per candidarsi è necessario inviare entro lunedì 7 marzo 2016 il proprio CV in formato PDF e una lettera di accompagnamento all’indirizzo lavoro@wikimedia.it, indicando nell’oggetto “Candidatura – WIKIPEDIANO IN RESIDENZA MUSEO GALILEO”. È previsto un compenso per la collaborazione che verrà discusso, insieme alla tipologia contrattuale, in fase di colloquio.
Scopri di più sul nostro blog.


8 marzo: le donne scrivono Wikipedia

Editathon di donne, di Katie Chan (Opera propria), [CC BY-SA 4.0], via Wikimedia Commons

La questione del “gender gap” (divario di genere) in Wikipedia è nota e ampiamente documentata. La comunità è impegnata costantemente in attività che permettano di superare questa barriera. Anche in Italia le iniziative sono molteplici e il periodo legato all’8 marzo è il più gettonato. Vi invitiamo quindi a non perdere l’occasione di partecipare agli incontri in programma:

  • WIKIHACKATHON di scrittura di voci biografiche di donne e di voci di associazioni delle donne
- lunedì 7 marzo ore 9.00 – 13.00 alla Biblioteca delle Oblate
- martedì 8 marzo 15.30 – 18.30 alla Biblioteca nazionale di Firenze
Tutte le informazioni necessarie sono disponibili sulla pagina di Wikipedia dedicata all’evento.
  • WikiTrento. Intellettuali trentine in Wikipedia e Wikisource
- lunedì 14 marzo ore 17.30 (Biblioteca di via Roma) : "Intellettuali trentine in Wikipedia e Wikisource: un'introduzione".
- martedì 15 marzo ore 17 (Biblioteca di via Roma): "WikiLab: laboratorio pratico su Wikipedia e Wikisource"
Scopri di più sul nostro blog.


5x1000 a Wikimedia Italia: una firma per liberare la cultura

Immagine di Fred the Oyster [CC BY-SA 4.0-3.0-2.5-2.0-1.0], via Wikimedia Commons

Anche nel 2016 è possibile donare il 5 per mille a Wikimedia Italia, indicando il codice fiscale 94039910156.
L'obiettivo principale della nostra Associazione è di rendere la conoscenza liberamente accessibile a tutti e il contributo del 5 per mille è fondamentale per portare avanti tutte le nostre attività.
Sono principalmente due i metodi che si possono utilizzare per donare il 5x1000: attraverso la dichiarazione dei redditi, compilando l'apposito riquadro, oppure tramite l'allegato della Certificazione Unica 2016. In questa pagina trovate tutti i dettagli, ma per qualsiasi dubbio o richiesta non esitate a contattarci all'indirizzo cinquepermille@wikimedia.it


Wikipediano in residenza alla Fondazione Mansutti

Immagine di Fondazione Mansutti [CC BY-SA 4.0], via Wikimedia Commons

Da febbraio è iniziata la collaborazione tra Wikimedia Italia e la Fondazione Mansutti di Milano, che si occupa nello specifico di tutelare e valorizzare il patrimonio culturale sulla storia del diritto e dell'assicurazione. Il wikipediano in residenza per i prossimi due mesi è Simone Massi (Archeologo).
Il progetto prevede per il primo mese di realizzare oltre 300 voci su Wikipedia in lingua italiana e caricare più di 400 foto di frontespizi di libri e manoscritti dal XIII al XIX secolo. Il progetto è in corso e maggiori dettagli sono disponibili a questa pagina.


Appuntamenti e comunicazioni

  • 3 marzo, Torino: inaugurazione della mostra delle foto di Wiki Loves Monuments e premiazione dei vincitori di Wiki Loves Piemonte 2015, presso la Società Fotografica Subalpina (via Po, 43 Torino).
  • 7 marzo, Bologna: Liceo Galvani, 11.00 - 12.45: presentazione dei progetti Wikimedia agli studenti con Ginevra Sanvitale (Responsabile progetti Wikimedia Italia).
  • 7 marzo, Firenze: ore 9.00 - 13.00, Biblioteca delle Oblate: corso di formazione per archivisti e bibliotecari.
  • 8 marzo, Firenze: ore 15.00 - 18.00, Biblioteca nazionale: wikihackathon di scrittura di voci biografiche di donne e di voci di associazioni delle donne. Docenti: Susanna Giaccai e Manuela Musco.
  • 19 marzo, Ragusa Ibla (RG), presso Ex Convento di santa Teresa: editathon a insegnanti delle scuole superiori, organizzata da Università degli Studi di Catania, Struttura Didattica Speciale di Lingue e Letteratura Straniera, tenuta da Giovanni Augulino (socio Wikimedia Italia).

Wikiaperitivi

  • Si è svolto lo scorso 24 febbraio a Cagliari l'aperitivo Wikichnusa. Nato dalla collaborazione tra Wikimedia Italia e Sardinia Open Data, l'aperitivo ha richiamato ben 45 partecipanti, che insieme hanno parlato di Wikipedia, dei progetti Wikimedia, di OpenStreetMap e di GLAM.
  • Giovedì 3 marzo si terrà a Bologna l'ormai consueto aperitivo mensile per soci, appassionati e curiosi. L'incontro si svolgerà dalle 19.30 alle 21.30 allo Steamstation Pub (Via Riva di Reno 37).

Scopri di più sul nostro blog.


Novità da Esino Lario - Wikimania 2016

Una discussione durante Wikimania 2015, di EneasMx (Opera propria) [CC BY-SA 4.0], attraverso Wikimedia Commons

Siamo sempre più vicini a Wikimania 2016 e lo scorso 25 febbraio sono state aperte le call per proporre un poster, una discussione o un training durante la conferenza a Esino Lario. Sulla pagina dedicata del sito wikimania2016.wikimedia.org è possibile presentare una proposta e vedere quelle già inserite da altri utenti. La call chiuderà domenica 20 marzo.
I poster saranno revisionati semplicemente per verificare che non ci siano temi eccessivamente off-topic. Avendo a disposizione un intero paese non ci sono problemi di spazio, anche se i poster proposti dovessero essere tanti.
Le discussioni saranno gestite da un apposito comitato che lavorerà sul wiki per fondere proposte e suggerimenti. Le proposte di training saranno revisionate dal programme committee. Perché un training possa essere inserito nel programma è richiesto che ci siano almeno 3-5 persone interessate a parteciparvi.
A inizio aprile avremo una prima lista di tutte le proposte accettate.
Scopri di più sul nostro blog.


Novità dal mondo OpenStreetMap

Il progetto SmellyMaps associa ad ogni strada (in Italia a Roma e Milano) il proprio 'odore caratteristico' ottenuto a partire dall'analisi di parole chiave associate ad essa sui social media
  • Due nuovi videogiochi sfruttano OpenStreetMap per costruire il loro mondo: Father.IO è un gioco in realtà aumentata simile al 'laser tag' attualmente in fase di crowdfunding, mentre Collapse è un "simulatore di catastrofi" della Ubisoft.
  • Un IEG della Wikimedia Foundation ha finanziato lo sviluppo della versione 2.0 di MapWarper, uno strumento per georeferire mappe storiche, all'interno del progetto WikiMaps.
  • Osm-suspicious, di Pascal Neis, permette di controllare le modifiche "sospette" dei nuovi utenti.


Novità dal mondo Wiki

Lila Tretikov 2015 di VGrigas (WMF) (Opera propria) [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons

Lila Tretikov si è dimessa da Direttore Esecutivo di Wikimedia Foundation lo scorso 25 febbraio. Il suo ultimo giorno di lavoro sarà il 31 marzo 2016. Dopo due anni dalla sua nomina, lascia l'organizzazione dichiarando: "Ho deciso che questo è il momento giusto di lasciare. Ringrazio il Direttivo, lo staff e i numerosi eccezionali membri della comunità per il supporto e l'incoraggiamento". La Wikimedia Foundation è ora al lavoro su un piano di transizione, con un sostituto ad interim, che consentirà di portare avanti le attività fino alla nomina di un nuovo Direttore Esecutivo. Lila Tretikov si è resa disponibile ad aiutare in questa fase di passaggio.

source: http://wiki.wikimedia.it/wiki/Wikimedia_news/numero_118

L'articolo Museo Galileo, Fondazione Mansutti, donne scrivono Wikipedia: Wikimedia news n. 118 sembra essere il primo su .

by Federico Leva at July 07, 2016 06:42 PM

Il Museo della Scienza di Milano ospita la mostra di Wiki Loves Monuments

Dal 5 luglio al 4 settembre, le immagini vincitrici di Wiki Loves Monuments saranno esposte al Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano. La mostra è realizzata in collaborazione con ICOM Italia, la principale associazione professionale del settore museale del nostro Paese. ICOM Italia e il Museo della Scienza sono partner di Wikimedia Italia.

La mostra è visitabile negli orari di apertura del museo; i soci Wikimedia Italia potranno entrare gratuitamente al museo presentando all’ingresso la tessera 2015 o 2016. L’inaugurazione della mostra è avvenuta nell’ambito della “Cult night”, una notte bianca con musica, arte, cibo e bevande.

20160705_193823

L'articolo Il Museo della Scienza di Milano ospita la mostra di Wiki Loves Monuments sembra essere il primo su .

by Alessandra Gasparini at July 07, 2016 12:15 PM

July 06, 2016

Wikimedia Italia

Uso di Wikipedia all’Università di Ferrara

Ripubblichiamo l’interessante articolo del professor Massimo Carnevali sulla sua esperienza didattica di uso di Wikipedia all’Università di Ferrara, pubblicato in licenza CC BY-SA 4.0.

Progetto Sicurezza Informatica su Wikipedia – Univ. Ferrara

Il progetto

Appena ricevuto l’incarico per l’insegnamento di “Sicurezza dei Sistemi Informativi” all’Università di Ferrara ho pensato di utilizzare Wikipedia come strumento didattico. Preparando il materiale del corso ho ampiamente utilizzato le voci di Wikipedia in inglese come documentazione di riferimento. Mentre la qualità delle voci in inglese era decisamente alta, mi è capitato di guardare qualche voce corrispondente in italiano e di trovarla decisamente scarsa se non del tutto assente.

In parallelo a questo percorso, mi ero trovato, per altri motivi, ad analizzare temi di formazione professionale sulle competenze laterali (i cosiddetti “soft skills”) per il personale tecnico. Purtroppo quando si parla di capacità di espressione, lavoro di gruppo, scrittura di relazioni, ricerca di fonti, capacità critiche e di analisi di documentazione ecc. a gruppi di ingegneri, soprattutto se giovani, l’atteggiamento è molto diffidente; non si può fare solo della teoria, bisogna sempre trovare un richiamo pratico, operativo per riuscire a coinvolgerli.

A questo punto mi è venuta l’idea di provare a prendere tre piccioni con una fava (situazione “win-win-win” ?) inserendo nel programma d’esame l’obbligo di presentare, in sede di esposizione orale, la modifica di una voce di Wikipedia inerente le materie del corso.

Perché triplo “win”?

  1. Lo studente doveva approfondire l’argomento scelto per poter poi sviluppare la voce (avendo comunque come riferimento la versione in inglese).
  2. La produzione o la modifica di un testo, completandolo con il materiale, le fonti e gli approfondimenti, spingeva lo studente a cominciare a comprendere meccanismi di apprendimento diversi dalla lezione in aula e dallo studio su un libro.
  3. Almeno una settantina di voci di Wikipedia in italiano avrebbero avuto una buona revisione e sarebbero uscite dallo stato di bozza.

Ovviamente per fare questo era necessario un lavoro preparatorio:

  • E’ stato preparato un elenco delle voci fra cui gli studenti potessero scegliere quella da modificare (una voce diversa per ogni studente, in sede di esame era prevista l’analisi della cronologia per la presentazione del lavoro svolto)
  • E’ stato fatto un primo seminario informativo all’inizio dell’anno accademico per tutti gli studenti di ingegneria (anche per quelli che non erano iscritti all’esame, a titolo informativo)
  • Il seminario è stato ripreso nel corso dell’anno per gli studenti che non avevano potuto partecipare alla prima edizione e per quelli che nel frattempo avevano cominciato a lavorare sulle voci e avevano delle domande da porre

Il progetto ha richiesto anche un’azione di controllo e di monitoraggio sia da parte mia, per quanto riguardava i contenuti immessi, che da parte del responsabile regionale di Wikimedia Italia che, oltre ad aver tenuto il seminario iniziale, ha monitorato le pagine delle modifiche e le attività degli studenti. Per facilitare questo monitoraggio sono state create alcune pagine collegate al progetto su Wikipedia in cui gli studenti dovevano registrarsi e indicare la voce a cui stavano contribuendo.

Risultati

Prima di scrivere queste brevi note ho voluto aspettare di svolgere un primo gruppo di esami per verificare i risultati del lavoro degli studenti.

La prima considerazione è che la qualità degli interventi sulle pagine è di livello superiore a quello che mi sarei aspettato: c’è chi si è preso la briga di studiare le fonti, di modificare la struttura delle voci non limitandosi, nella maggior parte dei casi, ad una traduzione passiva della voce inglese ma arricchendo e organizzando la voce italiana.

A parte un unico studente (lavoratore, non aveva seguito le lezioni e non aveva partecipato a nessun seminario) che ha provato a fare “copia-incolla” da siti copyrighted (dopo due richiami formali si è rimesso in linea e ha utilizzato fonti diverse), per il resto gli studenti hanno recepito i messaggi e le regole che gli erano stati dati.

C’è stato anche qualcuno che ci ha messo del suo sollevando questioni non banali di gestione del materiale proveniente da alcune fonti, questioni che sono state risolte all’interno della comunità Wikipediana.

Gli studenti, partecipando a questo progetto, hanno lavorato sviluppando competenze che altrimenti difficilmente avremmo potuto stimolare. Per loro è stato di grande aiuto vedere queste competenze immediatamente applicate su un risultato concreto e visibile a tutti.

Incidentalmente (ma non troppo ovviamente) si sono trovati ad approfondire uno degli argomenti del corso senza quasi accorgersene, e questo è emerso chiaramente in sede di esame dove, presentandomi il lavoro fatto sulla pagina, hanno evidenziato un’ottima padronanza dell’argomento scelto.

Conclusioni e prossimi passi

Come docente considero l’esperienza decisamente positiva. Gli studenti hanno cercato documentazione valutando la qualità e la licenza del materiale trovato, hanno scritto un testo in un Italiano corrente spiegando contenuti tecnici con le loro parole ad un pubblico non specialista, hanno lavorato in gruppo (anche con qualche battibecco) per suddividersi le voci e per creare sinergie sulle voci correlate; non mi sembra poco.

Anche la maggioranza degli studenti, passato un primo momento di scetticismo, ha dato un giudizio positivo dell’esperienza (sia tramite un sondaggio anonimo che tramite colloqui informali post-esame).

Sto valutando se ripetere l’esperienza il prossimo anno accademico (non so se ci sono altre settanta voci di Wikipedia sulla sicurezza informatica bisognose di revisione), spero però che questo progetto possa espandersi all’interno della Facoltà di Ingegneria o, meglio, a livello di Ateneo. Ci sono competenze già acquisite che possono essere utilizzate per coinvolgere altri docenti e studenti su nuove tematiche e per continuare ad utilizzare l’esperienza Wikipediana come strumento di crescita delle competenze laterali degli studenti.

Pagina del progetto su Wikipedia.

L'articolo Uso di Wikipedia all’Università di Ferrara sembra essere il primo su .

by Federico Leva at July 06, 2016 09:47 PM

July 05, 2016

Wikimedia Italia

Gli appuntamenti di luglio

  • 5 luglio, Milano: ore 18.30, inaugurazione della tappa della mostra itinerante di Wiki Loves Monuments Italia presso il Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci.
  • 9-11 luglio, Roma: mAppiaM!, Mapping of Appia’s Monuments, è una iniziativa di mappatura dei monumenti dell’Appia antica che si terrà il 9, 10 e 11 luglio a Roma, organizzato da Archeo&Arte3D Lab con Wikimedia Italia e OpenStreetMap Italia, patrocinato da Ente regionale Parco Appia Antica e Sovrintendenza Capitolina, con la collaborazione della Soprintendenza Speciale, Associazione Decarch e Comitato per il Parco della Caffarella, con il supporto della Virtutim srls e CNR ITABC. Le attività si svolgeranno nell’arco di tre giorni, articolati in un momento formativo presso l’Università Sapienza, una fase operativa lungo la Via Appia, seguita poi da un workshop su elaborazione dei dati raccolti e con editathon riguardanti le pagine relative ai monumenti della Via Appia presenti su Wikipedia, per l’occasione eventualmente corrette e implementate con contenuti scientifici editi. Qui il programma, iscrizioni su EventBrite. Referenti per WMI: Saverio Giulio Malatesta, Virginia Cirilli; referenti per OSM: Simone Cortesi, Alessandro Palmas.

L'articolo Gli appuntamenti di luglio sembra essere il primo su .

by Alessandra Gasparini at July 05, 2016 03:46 PM

July 04, 2016

maurizio codogno

Italo Ghersi e il diritto all’oblio

Una persona stranamente sconosciuta, nonostante la sua vita sia stata rocambolesca a dir poco. Ma se fosse vissuto oggi, potremmo non…

by maurizio codogno at July 04, 2016 01:26 PM

July 01, 2016

Wikimedia Italia

mAPPIAm! OpenStreetMap e Wikipedia lungo l’Appia antica

mAppiaM!, Mapping of Appia’s Monuments, è una iniziativa di mappatura dei monumenti dell’Appia antica che si terrà il 9, 10 e 11 luglio a Roma. Organizzatore dell’evento è il laboratorio universitario Archeo&Arte3D – facente parte del DigiLab Sapienza Università di Roma, incentrato sullo sviluppo tecnologico e sulla valorizzazione dei Beni Culturali – in collaborazione con Wikimedia Italia.

L’evento è gratuito e si inserisce all’interno dell’iniziativa #farOpen promossa da quasi un anno da Archeo&Arte3D. Gli studenti universitari che parteciperanno otterranno 1 CFU per attività formative; l’attività è rivolta anche a tutti coloro che vorranno esplorare e conoscere il territorio attraverso la realizzazione di contenuti condivisi.

La manifestazione è articolata in tre momenti: un momento formativo presso l’Università Sapienza, una fase operativa lungo la Via Appia e un workshop con l’elaborazione dei dati raccolti.

La fase operativa si svolgerà domenica 10 luglio e consisterà in una passeggiata mirata alla raccolta di dati tramite dispositivi GPS portatili e smartphone. I partecipanti verranno suddivisi in tre squadre che procederanno alla mappature di tre aree diverse: la via Appia tra Porta San Sebastiano e il Mausoleo di Cecilia Metella, il tratto tra il mausoleo e la Villa dei Quintili, e il Parco della Caffarella.

I dati raccolti saranno successivamente riversati dagli stessi partecipanti in OpenStreetMap e collegati con le pagine relative ai monumenti della Via Appia presenti su Wikipedia, per l’occasione eventualmente corrette e implementate con contenuti scientifici editi.

Info e contatti: www.mappiam.org // info@mappiam.org // archeo3d@uniroma1.it // 06.49697073

Per motivi organizzativi, è necessaria l’iscrizione (gratuita) su EventBrite: http://mappiam.eventbrite.it

L'articolo mAPPIAm! OpenStreetMap e Wikipedia lungo l’Appia antica sembra essere il primo su .

by Francesca at July 01, 2016 03:38 PM

June 30, 2016

Wikimedia Italia

Convegno – La cultura libera al tempo di Wikipedia

20160622_152850

Il 22 giugno, presso Villa Monastero a Varenna (LC), si è tenuto il convegno “GLAM and cultural heritage in Italy – La cultura libera al tempo di Wikipedia”. Tema del dibattito: la condivisione online con licenza libera delle immagini dei beni culturali italiani. Di fronte a una platea numerosa, i relatori hanno espresso i loro punti di vista, non sempre concordanti tra loro.

Nella prima parte è stato fatto il punto sulla legislazione italiana relativa alla riproduzione dei beni culturali, che attualmente pone limitazioni alla possibilità di condividere online e sotto licenza libera le immagini dei monumenti italiani. Francesco Giovanni Albisinni, Vice Capo dell’Ufficio Legislativo del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, ha affermato che le attuali limitazioni saranno ridotte dal DDL concorrenza. L’avvocato Albisinni, tuttavia, ha anche sottolineato la necessità di tutelare i beni culturali da possibili effetti negativi della divulgazione di immagini; sarà quindi predisposta una circolare attuativa che chiarisca la formulazione del decreto.

Nella seconda parte del convegno sono intervenuti i rappresentanti di musei e istituzioni culturali che hanno deciso di aprire parti delle loro collezioni alla condivisione online con licenza libera: : Laura Ronzon (Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci”, Milano), Paolo Galluzzi (Museo Galileo, Firenze), Luciana Senna (Touring Club), Ilaria di Cocco (Segretariato regionale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per l’Emilia Romagna), Mauro Rossetto (Direttore Si.M.U.L. – Sistema Museale Urbano Lecchese). Ilaria di Cocco ha presentato il sistema aperto di mappatura dei monumenti della regione che è stato creato dopo il sisma del 2012; ha poi sottolineato l’importanza della mappatura del patrimonio culturale non solo per la sua valorizzazione, ma anche per la sua tutela in caso di emergenza.
Laura Ronzon ha raccontato come la libera condivisione su Wikipedia delle immagini delle collezioni abbia migliorato l’esposizione del museo e fatto aumentare il numero delle visite al sito web.

Il convegno è stato seguito da una tavola rotonda moderata da Andrea Zanni (Wikimedia Italia), alla quale hanno partecipato Lorenzo Losa (Presidente Wikimedia Italia), Luca Martinelli (Responsabile dei progetti Wikimedia Italia), Mirco Modolo (Fotografie libere per i beni culturali), Liam Wyatt (Europeana), Federico Morando (Public lead presso Creative Commons Italia) e Francesco Giovanni Albisinni. Gli interventi hanno ribadito l’importanza della possibilità di condividere con licenza libera le immagini dei beni culturali.

La discussione sul libero utilizzo delle immagini dei beni culturali italiani non si è chiusa a Villa Monastero, ma è continuata anche a Esino Lario. Il tema è stato ripreso infatti da Jimmy Wales, nella cerimonia di apertura di Wikimania 2016. Il fondatore di Wikipedia ha dichiarato: “La missione di Wikipedia è condividere conoscenza, anche attraverso le immagini dei monumenti. Non sono un esperto di legge, ma so che in Italia esistono dei vincoli normativi a riprodurre le immagini dei beni culturali. So che Wikimedia Italia sta dialogando con le istituzioni per superare questi vincoli. Si è tenuto proprio in questi giorni, nel contesto di Wikimania, un convegno a cui erano presenti rappresentanti del Ministero e del Parlamento italiano. Auspichiamo che le istituzioni italiane ascoltino anche le nostre ragioni”.

L'articolo Convegno – La cultura libera al tempo di Wikipedia sembra essere il primo su .

by Wikimedia Italia at June 30, 2016 10:22 AM

Wikimania Esino Lario 2016: storia di un successo!

Wikimania_2016_-_group_photo_02

Si è chiusa il 26 giugno la dodicesima edizione di Wikimania. Hanno partecipato all’evento 1200 persone, provenienti da oltre 70 Paesi, e hanno collaborato 168 volontari tra abitanti del luogo e studenti delle scuole superiori.
Le sessioni della conferenza si sono svolte in diversi luoghi di Esino Lario, come il palazzetto dello sport e la scuola, e gli esinesi hanno aperto le loro case per ospitare i partecipanti. Ci sono stati anche momenti di intrattenimento, con escursioni, mostre e concerti. L’evento è stato seguito da numerosi giornalisti, che hanno attraversato le strade del paese raccogliendo testimonianze di partecipanti e relatori. Sul canale YouTube dedicato sono disponibili i video delle sessioni della conferenza; documentare quanto emerso durante gli incontri era uno degli obiettivi principali dell’evento.
La cerimonia di chiusura ha visto la presenza, tra gli altri, del Presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, che ha dichiarato: “Voglio che questa chiusura sia una ripartenza […] Per questo, entro un paio di settimane, intendo riunire tutti i sindaci, gli operatori, le istituzioni, le associazioni, per decidere insieme come continuare questa storia di successo, perché questa comunità resti un punto di riferimento per la Lombardia, l’Italia e l’Europa sul fronte del sapere per i settori valorizzati in questi giorni”. Sul palco anche Jimmy Wales, co-fondatore di Wikipedia. Wales ha ringraziato i partecipanti al raduno e gli abitanti di Esino Lario e ha sottolineato l’importanza di guardare avanti: “Grazie davvero a tutti voi, i volontari di Wikipedia, gli abitanti di Esino Lario. Vedere vecchi amici è sempre bello, ma anche pensare al futuro. Grazie di cuore”.
Tutte le immagini della manifestazione si trovano su Wikimedia Commons a questo link: https://commons.wikimedia.org/wiki/Category:Wikimania_2016.

L'articolo Wikimania Esino Lario 2016: storia di un successo! sembra essere il primo su .

by Wikimedia Italia at June 30, 2016 10:16 AM

June 29, 2016

Wikimedia Italia

Wikimedia Francia contro il rischio di privatizzazione del pubblico dominio

Continua la campagna di Wikimedia Francia a favore della libertà di panorama e della conoscenza libera. Gli amici del capitolo francese criticano con un post sul blog dell’associazione la nuova proposta di legge, parlando di “rischio di privatizzazione del pubblico dominio in Francia”.

In particolare sono due provvedimenti discussi in commissione la scorsa settimana ad aver provocato la ferma reazione di Wikimedia Francia. In primo luogo si contesta la proposta di legge che, se approvata, permetterebbe ai gestori di edifici passati nel pubblico dominio di poter lucrare sull’uso delle immagini degli stessi.
La seconda misura riguarda l’introduzione di una tassa obbligatoria relativa alla indicizzazione delle immagini nei motori di ricerca. Questi ultimi dovranno pagare per indicizzare le immagini e presentare i risultati. Inoltre, l’adozione di questa procedura non consentirà di identificare gli autori. I motori di ricerca, infatti, verseranno quanto dovuto alle società che detengono i diritti.

Qui il post originale sul blog di Wikimedia Francia (in francese):
http://blog.wikimedia.fr/privatisation-du-domaine-public-avec-la-loi-creation-on-a-touche-le-fond-9234

 

 

L'articolo Wikimedia Francia contro il rischio di privatizzazione del pubblico dominio sembra essere il primo su .

by Francesca at June 29, 2016 03:42 PM

June 16, 2016

Wikimedia Italia

Wikimania, Cultura Viva FVG, Portobeseno: Wikimedia news n. 125

Wikimedia News - n. 125 - 16 giugno 2016

Iolanda Pensa e Meo tappezzano Malgrate (LC) di striscioni di Wikimania Esino Lario. 10 June 2016. Di Serena Nasazzi [CC BY-SA 4.0], via Wikimedia Commons)

Wikimania Esino Lario 2016: ci siamo!

Manca solo una settimana a Wikimania 2016: la comunità di Esino Lario è pronta ad accogliere questo evento storico e a far sentire a casa propria tutte le persone che arriveranno da ogni parte del mondo. Il primo appuntamento in programma è per martedì 21 giugno, con un welcome drink. Seguiranno poi, mercoledì 22, la conferenza stampa e l'evento GLAM di Wikimedia Italia a Varenna, mentre a Esino inizieranno i lavori dell'Hackathon. Il programma è molto fitto. Per tutti gli altri imperdibili appuntamenti, invitiamo a consultare la pagina dedicata sul sito dell'evento: https://wikimania2016.wikimedia.org/wiki/Programme.

Vista da Villa Monastero - Varenna, di Fra [CC BY-SA 3.0]

Wikimania: gli appuntamenti del 22 giugno a Varenna

Mercoledì 22 giugno, presso la Sala Fermi di Villa Monastero a Varenna, Wikimania 2016 Esino Lario prenderà il via con due appuntamenti importanti: al mattino, alle ore 11, si svolgerà la conferenza stampa di avvio della manifestazione. Insieme a Iolanda Pensa, responsabile generale di Wikimania 2016 Esino Lario, saranno presenti autorità ed enti che hanno reso possibile, insieme ai volontari, l’organizzazione del raduno. Al pomeriggio, dalle ore 14, Wikimedia Italia promuove il convegno "GLAM and cultural heritage in Italy - La cultura libera al tempo di Wikipedia". L'incontro sarà l'occasione per discutere di cultura libera e fare il punto sulle opportunità che l'Italia ha per competere con gli altri Paesi europei con il fine di generare un indotto culturale ed economico. Alla presenza del portavoce del Ministro Dario Franceschini, Gianluca Lioni, e delle Onorevoli Veronica Tentori e Giuditta Pini, porteranno la loro testimonianza le istituzioni che hanno già raccolto la sfida e condiviso parte dei materiali delle loro collezioni sul web con licenza libera. Il convegno sarà seguito dalla tavola rotonda "Libero riuso delle immagini del patrimonio culturale italiano: un'opportunità per tutti?". Modera Andrea Zanni (Wikimedia Italia) e avvieranno il dibattito Lorenzo Losa (Presidente Wikimedia Italia) e Luca Martinelli (responsabile dei progetti Wikimedia Italia); tutti i relatori del convegno saranno coinvolti nella discussione. La splendida Sala Fermi che ospiterà l'evento ha i posti limitati; chiediamo perciò di registrarsi compilando il modulo online.


Wikipediani in Residenza di Wikimedia Italia. (Logo Wikipedia di Snowdog (originally uploaded to IT, creaded by Author) [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons)


Wikipediani in Residenza nei musei

Lo scultore Angelo Ferreri all'opera nel suo studio. Foto di Paolo Monti, 1975 (Fondo Paolo Monti, BEIC. CC BY-SA. 4.0) Una delle molte immagini sul mondo dell'arte che la BEIC ha messo a disposizione.
  • Alla biblioteca digitale BEIC si lavora questo mese sull'arte contemporanea, grazie alle migliaia di foto d'epoca disponibili nell'archivio fotografico del Fondo Paolo Monti di BEIC: il Progetto BEIC/Artisti restituisce per la prima volta su Wikipedia preziose immagini di artisti ritratti nei loro atelier dal grande fotografo milanese. Si avvia nel frattempo alla conclusione il lavoro sui contenuti della collezione dei viaggi in Italia e all'estero della BEIC, con l'inserimento nell'enciclopedia dei frontespizi delle opere che i viaggiatori dei secoli scorsi hanno dedicato all'Italia.
  • È iniziata l'ultima fase della collaborazione con il Museo Galileo: il laboratorio fotografico dell'istituzione sta realizzando appositamente alcune fotografie del materiale d'archivio per completare le voci di Wikipedia. Il personale dell'Istituto di Storia della Scienza sta lavorando al perfezionamento dei materiali inseriti, ampliando le pagine e inserendo molte informazioni mancanti. Nei prossimi giorni i dottorandi dell'European University Institute parteciperanno ad alcuni incontri per contribuire ai progetti wiki.



Wikipediani a "Cultura Viva Friuli Venezia Giulia"

Cristian Cenci parla dei capitoli Wikimedia. Foto Niccolò Caranti [CC BY-SA 3.0]

Lunedì 6 giugno a Gorizia, Niccolò Caranti e Cristian Cenci hanno tenuto delle conferenze riguardanti il movimento Wikipedia, Wikimedia Italia e i progetti ad essa correlati, a #culturavivaFVG di IPAC: percorso formativo sulla comunicazione digitale del patrimonio culturale, ovvero come raccontare i beni comuni attraverso la rete. Il corso, accolto con grande interesse, era rivolto a Musei, Ecomusei, Fototeche, Sistemi bibliotecari e Biblioteche di interesse regionale e Archivi del Friuli Venezia Giulia. Sono stati presentati alcuni dei progetti Wikimedia, Wikipedia, Commons, Wikisource, e le attività di Wikimedia Italia, in particolare Wiki Loves Monuments e i progetti GLAM, con un focus sull'attività dei Wikipediani in Residenza. Sul sito del corso, sono disponibili i link alle slides usate dai nostri Wikipediani durante le conferenze.



Wikipedia va al castello: Portobeseno 2016

Cristian Cenci e Luca Delucchi presentano presentano Wikipedia e OpenStreetMap, i "beni comuni digitali". Foto Niccolò Caranti [CC BY-SA 4.0]

La magnifica cornice di Castel Beseno, in provincia di Trento, ha ospitato l'edizione 2016 del festival Portobeseno, dedicato quest'anno a Mappe e beni collettivi (digitali). Fra i diversi eventi di questa tre giorni, venerdì 10 giugno si è tenuta la presentazione di Cristian Cenci (coordinatore Wikimedia Italia per il Trentino-Alto Adige/Südtirol) e Luca Delucchi su Wikipedia, OpenStreetMap e i beni comuni digitali. Sabato 11 Cristian Cenci (che è anche referente nazionale Wiki Loves Monuments) ha partecipato a una tavola rotonda su Mappe e beni comuni digitali.
Durante le conferenze Roberto Revolti, dirigente del Servizio Catasto della Provincia Autonoma di Trento, ha annunciato che in autunno alcune mappe storiche, finora visibili solo dietro pagamento, saranno pubblicate con licenza libera. E al castello è partito l'applauso! Wikimedia Commons non vede l'ora di ospitarle.

Appuntamenti e comunicazioni

  • 10-17 giugno, Busto Arsizio (VA): appuntamento con la mostra fotografica di WLM, presso il foyer del Museo del tessile e della tradizione industriale di Busto Arsizio, in collaborazione con la Famiglia Bustocca. Delle 30 foto, solo 22 sono in mostra: le dieci vincitrici nazionali, le foto riguardanti Busto Arsizio, e le prime dei vari concorsi locali con le due menzioni speciali ICOM. Prossima tappa: Wikimania 2016, ospitata nella scuola elementare di Esino Lario; oltre alla mostra WLM, ci sarà anche la mostra di Wiki Loves Africa 2015. Il socio referente è Dario Crespi (coordinatore Wikimedia Italia per la Lombardia).
  • 19 giugno, Trento: Wiki Editathon al Giardino Botanico Alpino Viote (Strada delle Viote 4, Viote di Monte Bondone). Il referente è il socio Jaqen. L'evento si svolgerà dalle 11 alle 17: la mattina ci sarà una visita al Giardino. Il pomeriggio, dopo la presentazione dei progetti Wikimedia, si terrà la Wiki Editathon. Per partecipare appieno alle attività sarà necessario portare computer, macchina fotografica e lettori di schede.
  • 20 giugno, Milano: Dario Crespi (coordinatore Wikimedia Italia per la Lombardia) partecipa a Tourism Think Thank, evento per gli operatori del turismo, presso Palazzo Lombardia (piazza Città di Lombardia), con un intervento su Wikipedia, Wikivoyage e Wiki Loves Monuments Italia.
  • 21-28 giugno, Esino Lario (LC): Wikimania Esino Lario, 12ª edizione del raduno internazionale della comunità wikimediana.
  • 26-28 giugno, Monastero Bormida (AT): Summer School OpenGeoData, 1ª edizione. Percorso formativo mirato a sviluppare professionalità nell’ambito della gestione creativa degli Open Data geografici.



Novità da Esino Lario - Wikimania 2016

Un gruppo di volontari durante la formazione dello scorso 11 giugno a esino Lario, di Dario Crespi (Opera propria) [CC BY-SA 4.0], attraverso Wikimedia Commons

Wikimania 2016 è alle porte: manca solo una settimana all'apertura dell'evento e sono già centinaia le persone registratesi alla conferenza. Si tratta di wikipediani, wikimediani, ricercatori, amanti della conoscenza libera e curiosi provenienti da oltre 60 paesi del mondo. Oltre 1000 volontari dei progetti Wikimedia si ritroveranno a Esino Lario insieme agli oltre 200 volontari di Wikimania 2016, anche grazie al supporto degli esinesi, che hanno prestato gratuitamente le loro case per accogliere i 700 ospiti che alloggeranno in paese. Altri partecipanti troveranno posto negli alberghi e appartamenti dei paesi vicini e potranno raggiungere Esino in giornata grazie alle navette che partiranno da Varenna al mattino e vi torneranno la sera.

Squadre di volontari saranno poste all'accoglienza negli aeroporti di Malpensa e Linate, alla stazione di Varenna e in piazza Italia, nel centro di Esino Lario, dove avranno luogo le registrazioni e dove è collocato un infopoint. Le sale sono pronte per accogliere le conferenze e l'enorme tensostruttura è stata montata in tempo record nei pressi del palazzetto dello sport. Il programma è stato definito, sia per quanto riguarda le conferenze, che per le escursioni e le attività serali, ma è sempre possibile richiedere l'inserimento di meetup informali.


Novità dal mondo OpenStreetMap

Come risalire all'epoca di una carta geografica? Questo diagramma di flusso è opera di xkcd
  • How Did You Contribute adesso ha statistiche relative a quanto abbiamo contribuito nei task di HOTOSM.
  • iD, l'editor web di OpenStreetMap, ha nuove funzioni per l'editing che comprendono anche l'integrazione del visualizzatore di foto di Mapillary.
  • In Cina, dove mappare senza autorizzazione è illegale, l'agenzia che gestisce l'informazione geografica ha multato o addirittura espulso stranieri colti a raccogliere punti con GPS.
  • La nuova versione di Maproulette semplifica notevolmente sia l'utilizzo che la gestione da parte di chi crea le sfide che permettono ai mappatori di risolvere micro-compiti a tema.


Novità dal mondo Wiki

Guepier d'europe au parc national Ichkeul [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons
  • In occasione della Giornata mondiale dell'ambiente, che si celebra ogni anno il 5 giugno, l'UNESCO e Wiki Loves Earth hanno indetto il concorso fotografico Wiki Loves Earth Biosphere Reserves. I partecipanti dovranno caricare su Wikimedia Commons le loro fotografie scattate all'interno di Riserve della biosfera riconosciute dall'UNESCO (Elenco delle Riserve della biosfera in Italia). Le 10 fotografie vincitrici saranno pubblicate sul sito web e sui social media dell'UNESCO e parteciperanno al concorso fotografico internazionale Wiki Loves Earth.
  • Si sono concluse le votazioni per la scelta della fotografia dell'anno su Wikimedia Commons. A questo link è possibile vedere le prime dodici classificate.
  • Craig Newmark, fondatore del portale di annunci Craigslist, donerà un milione di dollari a Wikimedia Endowment, il fondo permanente per il finanziamento dei progetti Wikimedia.
source: http://wiki.wikimedia.it/wiki/Wikimedia_news/numero_125

L'articolo Wikimania, Cultura Viva FVG, Portobeseno: Wikimedia news n. 125 sembra essere il primo su .

by Federico Leva at June 16, 2016 06:52 PM

June 14, 2016

Wikimedia Italia

Busto Arsizio ospita la mostra di Wiki Loves Monuments

Dal 10 al 17 giugno la mostra itinerante di Wiki Loves Monument si sposta a Busto Arsizio, già sede anche l’anno scorso di eventi dedicati a WLM. In questa occasione, la location è presso il foyer del Museo del tessile e della tradizione industriale, ed è ospitata dal comune di Busto Arsizio in collaborazione con La Famiglia Bustocca. Delle 30 foto, sono in mostra solo 22: le dieci vincitrici nazionali, le tre che riguardano Busto Arsizio, e le prime dei vari concorsi locali con le due menzioni speciali ICOM. La mostra è visitabile negli orari di apertura del museo.

La mostra completa proseguirà poi a Wikimania 2016, dove verrà ospitata presso la scuola elementare di Esino Lario (scuola che ospiterà, tra l’altro, durante Wikimania, anche  l’Hackathon); oltre alla mostra WLM, ci sarà anche la mostra di Wiki Loves Africa 2015.

Vi aspettiamo!

locandina bustoOK

L'articolo Busto Arsizio ospita la mostra di Wiki Loves Monuments sembra essere il primo su .

by Alessandra Gasparini at June 14, 2016 12:51 PM

Novità da Esino Lario – Wikimania 2016

Wikimania 2016 è alle porte: manca solo una settimana all’apertura dell’evento e sono già centinaia le persone registratesi alla conferenza. Si tratta di wikipediani, wikimediani, ricercatori, amanti della conoscenza libera e curiosi provenienti da oltre 60 paesi del mondo. Oltre 1000 volontari dei progetti Wikimedia si ritroveranno a Esino Lario insieme agli oltre 200 volontari di Wikimania 2016, anche grazie al supporto degli esinesi, che hanno prestato gratuitamente le loro case per accogliere i 700 ospiti che alloggeranno in paese. Altri partecipanti troveranno posto negli alberghi e appartamenti dei paesi vicini e potranno raggiungere Esino in giornata grazie alle navette che partiranno da Varenna al mattino e vi torneranno la sera.

Squadre di volontari saranno poste all’accoglienza negli aeroporti di Malpensa e Linate, alla stazione di Varenna e in piazza Italia, nel centro di Esino Lario, dove avranno luogo le registrazioni e dove è collocato un infopoint. Le sale sono pronte per accogliere le conferenze e l’enorme tensostruttura è stata montata in tempo record nei pressi del palazzetto dello sport. Il programma è stato definito, sia per quanto riguarda le conferenze, che per le escursioni e le attività serali, ma è sempre possibile richiedere l’inserimento di meetup informali.

Esino Lario è quindi pronta ad accogliere questo evento storico e per far sentire a casa propria tutte le persone che passeranno da qui. Il primo appuntamento è per martedì 21 giugno, con un aperitivo di accoglienza. Seguirà poi, mercoledì 22, la conferenza stampa e l’evento GLAM di Wikimedia Italia a Varenna, mentre a Esino inizieranno i lavori dell’Hackathon. Per tutti gli altri imperdibili appuntamenti, consultate il programma. Vi aspettiamo!

Training_day_for_Wikimania_2016_volunteers_06in copertina: Giornata di formazione per i volontari di Wikimania Esino Lario dell’11 giugno 2016, di Dario Crespi (own work) [CC BY-SA 4.0], via Wikimedia Commons

L'articolo Novità da Esino Lario – Wikimania 2016 sembra essere il primo su .

by Alessandra Gasparini at June 14, 2016 12:31 PM

Portobeseno 2016 – mappe e beni collettivi (digitali)

La magnifica cornice di Castel Beseno, in provincia di Trento, ha ospitato l’edizione 2016 del festival Portobeseno, dedicato quest’anno a Mappe e beni collettivi (digitali).

Fra i diversi eventi di questa tre giorni venerdì 10 giugno Cristian Cenci (coordinatore Wikimedia Italia per il Trentino-Alto Adige/Südtirol) e Luca Delucchi hanno presentato Wikipedia e OpenStreetMap, i beni comuni digitali. Sabato 11 Cristian Cenci (che è anche referente nazionale Wiki Loves Monuments) ha partecipato a una tavola rotonda su Mappe e beni comuni digitali.
Durante le conferenze Roberto Revolti, dirigente del Servizio Catasto della Provincia Autonoma di Trento, ha annunciato che in autunno alcune mappe storiche, finora visibili solo dietro pagamento, saranno pubblicate con licenza libera. E al castello è partito l’applauso! Wikimedia Commons non vede l’ora di ospitarle!

Beni_comuni_digitali_-_Portobeseno_2016_01

Foto di copertina: Festival Portobeseno 2016 – Mappe e Beni Collettivi (digitali). Conferenza Beni comuni digitali. Cristian Cenci (coordinatore Wikimedia Italia per il Trentino-Alto Adige/Südtirol) e Luca Delucchi presentano Wikipedia e OpenStreetMap. [CC BY-SA 4.0], via Wikimedia Commons

 

L'articolo Portobeseno 2016 – mappe e beni collettivi (digitali) sembra essere il primo su .

by Alessandra Gasparini at June 14, 2016 11:18 AM

Wikipediani a Cultura Viva Friuli Venezia Giulia

Lunedì 6 giugno a Gorizia, Niccolò Caranti (socio Wikimedia Italia) e Cristian Cenci (coordinatore Wikimedia Italia per il Trentino-Alto Adige/Südtirol) hanno tenuto delle conferenze riguardanti il movimento Wikipedia, Wikimedia Italia e i progetti ad essa correlati, a #culturavivaFVG di IPAC: percorso formativo sulla comunicazione digitale del patrimonio culturale, ovvero come raccontare i beni comuni attraverso la rete.

Il corso, accolto con grande interesse, di 7 ore, era rivolto a Musei, Ecomusei, Fototeche, Sistemi bibliotecari e Biblioteche di interesse regionale, Archivi del Friuli Venezia Giulia. Hanno presentato Wikipedia, Commons, Wikisource e le attività di Wikimedia Italia, in particolare Wiki Loves Monuments e i progetti GLAM, con particolare attenzione ai Wikipediani in Residenza.

Sul sito del corso, trovate anche i link alle slides usate dai nostri Wikipediani durante le conferenze.

Gorizia_-_6_giugno_2016Foto di copertina: Corso formativo sui progetti Wikimedia al personale della pubblica amministrazione del Friuli Venezia Giulia nell’ambito del progetto #culturavivafvg. Nella foto Cristian Cenci. Gorizia, 6 giugno 2016. [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons

L'articolo Wikipediani a Cultura Viva Friuli Venezia Giulia sembra essere il primo su .

by Alessandra Gasparini at June 14, 2016 11:04 AM

June 10, 2016

maurizio codogno

June 09, 2016

Wikimedia Italia

Esino Lario si fa bella per accogliere Wikimania a giugno

L’organizzazione di Wikimania Esino Lario 2016 ha comportato un lungo percorso di miglioramento e adeguamento delle strutture del piccolo paese lecchese di Esino Lario, che si prepara con entusiasmo ad accogliere i mille partecipanti al raduno mondiale. 

Gli interventi effettuati nell’ultimo anno sono molti e su tanti fronti: si va dalla ristrutturazione dell’ ex sala cinema, trasformata in uno spazio polifunzionale, fino ai lavori di adeguamento delle strutture, come la scuola primaria, per garantire l’accesso ai disabili.

Il palazzetto sportivo è stato dotato di uscite di emergenza; il museo è stato stato trasferito in una nuova sede per fare posto alla creazione di una sala multimediale adatta a ospitare le attività collaborative. Chi vorrà raggiungere l’evento con un mezzo proprio potrà inoltre lasciare l’auto nel nuovo grande parcheggio.

Il “divario digitale” che costituiva un problema nella comunità montana è stato inoltre brillantemente superato grazie alla distribuzione della banda larga (con fibra ottica) a 7 edifici pubblici e all’istituzione di due hotspot WiFi aperti al pubblico.

Dopo ben quaranta anni, Esino Lario ha beneficiato della ristrutturazione delle proprie strade e di diversi impianti elettrici, per garantire a tutti un accesso comodo al luogo che si prepara a diventare per una settimana il centro del mondo wikipediano! Per accogliere nel miglior modo possibile gli ospiti, che soggiorneranno presso le abitazioni private degli esinesi, è stato creato un database completo dei 738 posti letto con immagini, ubicazione precisa e dettagli per ogni letto.

Mille e cinquecento studenti di tredici scuole esinesi hanno infine beneficiato di quattro mesi di formazione su Wikipedia, per poter comprendere a pieno l’evento con cui avranno a che fare e le sue infinite potenzialità. La formazione riprenderà a partire da settembre.

Foto sotto: l’ex cinema, prima e dopo la ristrutturazione.

800px-Esno4Wkmana_jul_2014_Cassnam_019800px-Esino_Lario_May_2016_14

L'articolo Esino Lario si fa bella per accogliere Wikimania a giugno sembra essere il primo su .

by Alessandra Gasparini at June 09, 2016 08:36 AM

iCodex 2016 a BASE Milano

 

icodex logo 2

La nostra nuova sede a BASE, in zona Tortona a Milano, genera talenti e progetti di innovazione: o meglio, con iCodex 2016, sarà una giuria a deciderlo. iCodex 2016 è appunto il primo hackaton di innovazione culturale: in 24 ore si svilupperanno idee per migliorare il modo di pensare, creare, offrire e fruire di prodotti culturali.
Quando: il 10 e 11 giugno a BASE.

Territori da esplorare? archivi e biblioteche, arti visive, audiovisivo, design, editoria, patrimonio storico-artistico, spettacolo dal vivo.

Luoghi a cui pensare? Ovunque si creino esperienze di conservazione, accesso, fruizione, educazione, produzione, comunicazione, partecipazione, fundraising, commercio, ricerca e formazione;

Cosa si vince? In palio ci sono due premi, da 3000 Euro ciascuno.

Durante l’evento ci si potrà anche rilassare con sessioni di yoga, per divertirsi in pieno ambiente collaborativo.

Sono disponibili solo 120 posti: ulteriori informazioni sono disponibili sul sito della manifestazione e, per partecipare, è necessario compilare il form.

Non perdete questa grande opportunità per condividere l’innovazione!

 

L'articolo iCodex 2016 a BASE Milano sembra essere il primo su .

by Alessandra Gasparini at June 09, 2016 07:57 AM

June 01, 2016

Wikimedia Italia

Convegno “GLAM and cultural heritage in Italy – La cultura libera al tempo di Wikipedia”

Nell’ambito della manifestazione Wikimania 2016 Esino Lario, mercoledì 22 giugno 2016 Wikimedia Italia promuove il convegno “GLAM and cultural heritage in Italy – La cultura libera al tempo di Wikipedia”.

Nella splendida Villa Monastero, a Varenna, esponenti delle importanti istituzioni italiane, che hanno abbracciato l’idea di bene comune digitale condividendo sul web alcuni materiali delle loro collezioni con licenza libera, porteranno la loro testimonianza e si interrogheranno sul futuro della cultura libera.

Archivio Touring, Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano e Museo Galileo di Firenze sono solo alcuni dei protagonisti. A seguito della conferenza vera e propria, si terrà la tavola rotonda dal titolo “Libero riuso delle immagini del patrimonio culturale italiano: un’opportunità per tutti?”, con lo scopo di mettere a confronto i diversi punti di vista portati dagli operatori del settore culturale in Italia. È stato invitato a intervenire anche il Ministro Dario Franceschini, interlocutore di Wikimedia Italia per quanto riguarda la proposta di modifica di legge del Codice dei Beni Culturali vigente.

Per partecipare al convegno è necessario registrarsi qui: http://convegnovarenna22giugno2016.eventbrite.it (i posti sono limitati).

Di seguito il programma:

Ore 14.00 – 14.30: Apertura dei lavori: 

Giuliana Mancini (Direttrice Wikimedia Italia)

Saluti di:
– Flavio Polano (Presidente Provincia di Lecco)
– Anna Ranzi (Conservatrice della Casa Museo di Villa Monastero e Coordinatrice del sistema museale della Provincia di Lecco)

Ore 14.30 – 15.15:  “La normativa italiana in materia di riproduzione dei beni culturali: quali prospettive?”
– Federico Morando (Public lead, Creative Commons Italia)
– On. Veronica Tentori (Camera dei Deputati)
– On. Giuditta Pini (Camera dei Deputati)
– Francesco Giovanni Albisinni (Vice Capo dell’Ufficio Legislativo Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo)

Ore 15.15 – 16.15:  “Condividere liberamente i dati per generare conoscenza: esperienze a confronto”
– Fiorenzo Galli (Museo della scienza e della tecnica Leonardo da Vinci – Milano)
– Professor Paolo Galluzzi (Museo Galileo – Firenze)
– Michele Lanzinger (MUSE – Trento)
– Luciana Senna (Touring Club)
– Michail Paschalidis (Presidente WW1 – dentro la Grande Guerra)
– Ilaria di Cocco (Segretariato regionale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per l’Emilia Romagna)
– Mauro Rossetto (Direttore Si.M.U.L. – Sistema Museale Urbano Lecchese)

Ore 16.15 – 16.30:  Coffee break    

Ore 16.30 – 17.30:  TAVOLA ROTONDA ALLA PRESENZA DEI RELATORI –
“Libero riuso delle immagini del patrimonio culturale italiano: un’opportunità per tutti?”

Avviano il dibattito:
– Lorenzo Losa (Presidente Wikimedia Italia)
– Luca Martinelli (Responsabile dei progetti Wikimedia Italia)
– Mirco Modolo (Fotografie libere per i beni culturali)
– Federico Morando (Public lead, Creative Commons Italia)
– Liam Wyatt (Europeana)
Modera:  Andrea Zanni (Wikimedia Italia)

Foto di copertina: Villa Monastero – Varenna, di Nemo bis (Own work) [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons

L'articolo Convegno “GLAM and cultural heritage in Italy – La cultura libera al tempo di Wikipedia” sembra essere il primo su .

by Alessandra Gasparini at June 01, 2016 11:11 AM

Giugno: Wikimania in Italia e non solo

Giugno sarà un mese importante per tutta la comunità di Wikimedia e Wikipedia: è in arrivo il raduno mondiale Wikimania 2016 a Esino Lario!

Vi terremmo costantemente aggiornati sugli sviluppi dell’evento e sulle attività preparatorie, ma nel corso delle settimane di giugno proseguiranno anche gli appuntamenti con i wikimediani, impegnati come sempre in numerosi incontri sia istruttivi che divertenti, tutti come sempre nel nome della cultura libera!

Ecco il calendario del mese, in continua evoluzione:

  • 6 giugno, Potenza: una rappresentanza di docenti e studenti del Liceo scientifico di Pagani (SA) è ospite del Liceo delle Scienze umane di Potenza. Le due scuole presentano i risultati del progetto Vivarium, coordinato da Luigi Catalani e da Armando Bisogno.
  • 6 giugno, Milano: incontro su Wikipedia e progetti Wikimedia presso la facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Milano con Dario Crespi (coordinatore Wikimedia Italia per la Lombardia).
  • 7 giugno, Pagani-Fisciano: la classe 2.0 del Liceo delle Scienze Umane di Potenza ricambia la visita al Liceo Scientifico di Pagani. Nel primo pomeriggio, le due scuole presentano presso l’Università degli Studi di Salerno i risultati del progetto Vivarium, coordinato da Luigi Catalani e da Armando Bisogno. Sarà presente Claudio Forziati (coordinatore Wikimedia Italia area biblioteche per la Campania).
  • 10-12 giugno, provincia di Trento: convegno “Mappe e beni collettivi (digitali)“, nell’ambito del festival “Portobeseno 2016“, organizzato dall’associazione Libera Mente.
  • 19 giugno, Trento: Wiki Editathon al Giardino Botanico Alpino Viote (referente Jaqen)
  • 20 giugno, Milano: Dario Crespi (coordinatore Wikimedia Italia per la Lombardia) partecipa a Tourism Think Thank, evento per gli operatori del turismo, presso Palazzo Lombardia, piazza Città di Lombardia, con un intervento su Wikipedia, Wikivoyage e Wiki Loves Monuments Italia.
  • 21-28 giugno, Esino Lario (LC): Wikimania Esino Lario, 12ª edizione del raduno internazionale della comunità wikimediana.
  • 26-28 giugno, Monastero Bormida (AT), Summer School OpenGeoData, 1ª edizione. Percorso formativo mirato a sviluppare professionalità nell’ambito della gestione creativa degli Open Data geografici

L'articolo Giugno: Wikimania in Italia e non solo sembra essere il primo su .

by Alessandra Gasparini at June 01, 2016 10:50 AM

20-21 maggio: Wikimedia protagonista di un evento di due giorni

L’evento “doppio” targato Wikimedia Italia che si è svolto il 20 e 21 maggio a Milano è stato intenso ma anche molto divertente.

Venerdì 21 ha tenuto banco l’incontro tra OpenStreetMap e la Pubblica Amministrazione: il confronto tra i partecipanti, circa settanta, ha prodotto spunti interessanti e utili per il futuro.

Sabato 22 la giornata è stata molto impegnativa e piena di appuntamenti diversi, grazie ai due eventi che si sono svolti in parallelo: da un lato il raduno nazionale della comunità OpenStreetMap, presso gli spazi di BASE; dall’altro, una editathon, un mapping party e una conferenza sul tema dell’utilità per le istituzioni culturali di collaborare con Wikipedia e il mondo dell’open content, presso il Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci  (MUST) di Milano.

A conclusione di giornata, i presenti si sono riuniti di nuovo a BASE Milano per inaugurare con un brindisi e una fetta di torta la nuova sede di Wikimedia Italia. Qui sotto alcune foto scattate dal socio Niccolò Caranti e qui la sua gallery completa, mentre a questo link è disponibile una suggestiva foto panoramica scattata da Alessandro Palmas, project manager di OpenStreetMap.

BASE Milano, inaugurazione sede: la torta di Wikimedia Italia! Wikipedia, mappe libere e musei - Foto di gruppo al MUST Conferenza al Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci BASE Milano, inaugurazione sede BASE Milano, inaugurazione sede: il taglio del nastro BASE Milano, inaugurazione sede: il taglio della torta

L'articolo 20-21 maggio: Wikimedia protagonista di un evento di due giorni sembra essere il primo su .

by Alessandra Gasparini at June 01, 2016 10:30 AM

May 31, 2016

Wikimedia Italia

Wikimania 2016 – giovani wikipediani crescono, in attesa del raduno

Wikipedia e la cultura libera sono risorse a cui è bene avvicinarsi fin da piccoli, per comprenderne a fondo il valore e imparare come contribuire attivamente. L’evento che si è svolto lo scorso 22 maggio a Esino Lario ha segnato un altro passo avanti verso Wikimania 2016 e un bel modo per incuriosire bambini e ragazzi al mondo wiki. Presso la scuola elementare di Esino Lario, che tra venti giorni ospiterà l’Hackathon di Wikimania, si è svolta infatti una Youth Hackathon, servita anche come test per la connettività in collaborazione con i partner di Wikimania Eolo ed Elmec. Durante la mattinata, circa cinquanta ragazzi dagli 8 ai 16 anni (ma anche genitori e nonni) hanno potuto divertirsi con diversi laboratori, sperimentando ll’uso di Scratch, OpenStreetMap per la mappatura dello Swaziland, la crittografia, i droni, le stampanti 3D e le serre controllate con Arduino. Tutti sono stati seguiti sapientemente da alcuni “mentors” e da circa quindici volontari del team di Wikimania.

Nel pomeriggio i ragazzi si sono cimentati in una caccia al tesoro alla scoperta di Esino Superiore giocando e imparando con OpenStreetMap e Wikipedia, sfruttando anche le conoscenze apprese durante la mattinata. Un evento che, visto il successo, sarà molto probabilmente replicato con cadenza annuale, sempre a Esino Lario, per lasciare una traccia continuativa del prossimo raduno mondiale della comunità Wikimedia.

La giornata non è stata solo divertente, ma anche utile ai fini dell’ormai prossimo raduno mondiale di wikipediani e wikimediani, che si terrà proprio a Esino Lario dal 21 al 28 giugno: i sistemi di connettività, oggetto di un importante intervento di potenziamento nei mesi scorsi, sono stati testati durante tutta la giornata e hanno superato la prova! I contributori della grande enciclopedia online possono stare tranquilli: durante Wikimania 2016 potranno editare, condividere, mappare e pubblicare senza problemi!

La presentazione della Youth Hackathon a Esino Lario, di Vanessa De Luca (Opera propria) [CC BY-SA 4.0], attraverso Wikimedia Commons

Foto: la presentazione della Youth Hackathon a Esino Lario, di Vanessa De Luca (Opera propria) [CC BY-SA 4.0], attraverso Wikimedia Commons

L'articolo Wikimania 2016 – giovani wikipediani crescono, in attesa del raduno sembra essere il primo su .

by Alessandra Gasparini at May 31, 2016 11:13 AM

May 24, 2016

Wikimedia Italia

Maggio: dal 21 alla fine del mese, ecco gli appuntamenti da non perdere

 

Un calendario davvero ricco, quello di maggio, anche nelle ultime settimane del mese: di seguito elenchiamo tutti gli appuntamenti della seconda metà di maggio, durante i quali conoscere i nostri soci volontari e approfondire i tanti affascinanti aspetti di Wikipedia e del lavoro di Wikimedia Italia a favore della grande enciclopedia libera.

  • 21 maggio, Potenza: nell’ambito del progetto Vivarium, Luigi Catalani incontra la classe 2.0 del Liceo delle scienze umane E. Gianturco, impegnata da qualche mese nella redazione collaborativa di un wikibook sul cyberbullismo.
  • 23 maggio, Borgo Valsugana (TN): inaugurazione della mostra itinerante di Wiki Loves Monuments Italia. Dalle ore 18.00, con Cristian Cenci, Eusebia Parroto e Niccolò Caranti.
  • 24 maggio, Volano (TN): Incontro “Wikipedia – condividere la conoscenza”, nell’ambito del festival “Portobeseno 2016“, organizzato dall’associazione Libera Mente.
  • 25 maggio, Tito Scalo (PZ): Luigi Catalani (coordinatore Wikimedia Italia per la Basilicata) è invitato a tenere una conferenza dal titolo “Le piattaforme wiki per la disseminazione della conoscenza scientifica” presso la Biblioteca del CNR – Area di ricerca di Potenza.
  • 26 maggio, Mandello del Lario (LC): presentazione di Wikimania Esino Lario e progetti Wikimedia con Dario Crespi (coordinatore Wikimedia Italia per la Lombardia) e Catherine de Senarclens (team Wikimania Esino Lario).
  • 26 maggio, Fisciano (SA): conferenza di presentazione della mostra bibliografica Biblioteca di biblioteche. Nel corso della mattinata il gruppo di lavoro GLAM/AIB Campania presenterà il lavoro di valorizzazione svolto sui fondi speciali della Biblioteca del Polo Umanistico tramite la creazione di voci in Wikipedia e le altre attività del progetto. Saranno presenti Claudio Forziati (coordinatore Wikimedia Italia area biblioteche per la Campania) e Remo Rivelli (socio Wikimedia Italia).

 

L'articolo Maggio: dal 21 alla fine del mese, ecco gli appuntamenti da non perdere sembra essere il primo su .

by Alessandra Gasparini at May 24, 2016 10:08 AM

Il Trentino ospita la mostra di Wiki Loves Monuments

Non si ferma il pellegrinaggio delle foto vincitrici dell’edizione 2015 di Wiki Loves Monuments: sono tanti i chilometri già percorsi su e giù per l’Italia e tanti altri sono quelli da coprire nei prossimi mesi.

Maggio è il mese dedicato al Trentino: le oltre trenta bellissime foto sono state esposte a Baselga di Pinè per la prima metà del mese, mentre dal 22 maggio al 5 giugno tocca al Comune di Borgo Valsugana.

foto mostra Borgo Valsugana_1

La mostra sarà aperta dal 24 maggio al 5 giugno con i seguenti orari:

  • dal lunedì al giovedì: 9-12 e 14-16
  • venerdì: 9-12
  • sabato, domenica e giovedì 2 giugno: 9-12 e 16-18

presso Palazzo Ceschi (mappa), Piazzetta Ceschi, Borgo Valsugana (TN).

La tappa è organizzata grazie alla collaborazione preziosa di Trentino-Alto Adige Wiki, Palazzo Ceschi, Comunità Valsugana e Tesino e Comune di Borgo Valsugana.

 

 


Vi siete persi la tappa precedente? Ecco le foto della mostra a Baselga di Pinè.

L'articolo Il Trentino ospita la mostra di Wiki Loves Monuments sembra essere il primo su .

by Alessandra Gasparini at May 24, 2016 09:44 AM

May 17, 2016

Wikimedia Italia

20 maggio: Google Developer Group Gela – GDG Gela

Il GDG Gela (Google Developer Group) è uno user group indipendente rivolto a sviluppatori, tecnici, studenti e, in generale, ad appassionati di tecnologie informatiche con un focus in particolare su quelle offerte da Google. Lo scopo del gruppo è quello di sviluppare una comunità di persone interessate ad approfondire gli aspetti delle tecnologie di volta in volta trattate incontrandosi, scambiandosi idee facendo amicizia in un ambiente informale e aperto.

Per il terzo anno consecutivo, il GDG Gela organizza, nella cornice suggestiva della Farm Cultural Parlk di Favara, e inserito nel contesto dell’attesissimo appuntamento legato alla conference mondiale di casa Google Google I/O, evento di tre giorni di talk ispirazionali sulle nuove tecnologie Google, l’I/O Extended. Ogni anno Google incoraggia e supporta l’organizzazione di questi eventi paralleli, supportati da una serie di iniziative, tra cui dei talk formativo-seminariali, oltre che il live streaming della conference a Mountain View.

Quest’anno patrocina l’evento italiano anche Wikimedia Italia, associazione di promozione sociale nazionale che contribuisce alla diffusione e all’avanzamento del sapere e della cultura libera, assieme agli organizzatori Farm Cultural Park e gli Urban Farmer di Gela, ambasciatori dei valori Farm (condivisione, arte, apertura al mondo) sul territorio. A nome della nostra associazione parlerà tra gli altri Fabio Rinnone, che presenterà il progetto Wikidata.

Approfittando del contesto, I/O Extender è anche un’occasione interessante per l’ecosistema dell’innovazione siciliano, di fare networking e stringere nuove collaborazioni, con lo scopo principale di mettere in contatto artigianato, communities e startup locali, anche grazie alla media partner di “Edicola Innovazione” di Alessandro Cacciato.

Ci saranno inoltre delle sorprese Google (ad estrazione) e non solo, anche una piccola area dedicata per provare nuove tecnologie innovative, e infine anche libero spazio al “networking beer”.

Di seguito il programma degli interventi:

  • Bruno Belluccia: GDG – Google developer group;
  • Sandra Formuso: WTM – Google Women Tech Makers;
  • Alessandro Campanaro: Realtà Virtuale con Cardboard e Project Tango;
  • Fabio Rinnone (socio Wikimedia Italia): Wikidata: un progetto per editare e diffondere open data strutturati;
  • Alessandro Cacciato: il Sud Vola;
  • Elisa Andretti + Renato Belluccia: AA / artigiani anonimi: networking;
  • Nuccio Di Paola: STEM education e free hw/sw;
  • Pietro Alberto Rossi: Sviluppare applicazioni orientate al business;

L’appuntamento è quindi, per il 20 maggio 2016, alle ore 17, presso il Farm Cultural Park di Favara.

Resta connesso attraverso la pagina su Facebook e gli hashtag #io16 #ioextended #gdggela #farmculturalpark

GDG Gela copertina

 

L'articolo 20 maggio: Google Developer Group Gela – GDG Gela sembra essere il primo su .

by Alessandra Gasparini at May 17, 2016 09:23 AM

May 09, 2016

Wikimedia Italia

Maggio: gli appuntamenti dal 10 al 20 con Wikimedia Italia

 

Soddisfatti degli appuntamenti della prima settimana del mese? Allora preparatevi a raddoppiare nei giorni centrali di maggio, in attesa dell’evento di due giorni dedicato a OpenaStreetMap, ai wikipediani in residenza e all’inaugurazione della nostra nuova sede!

  • 16 maggio, Genova: Corso di approfondimento su Wikipedia alla Biblioteca Universitaria con Susanna Giaccai (coordinatore area biblioteche per la regione Toscana).
  • 16 maggio, Corsico (MI): Incontro incentrato su Wikipedia con alcuni studenti dell’IIS Falcone Righi, con Dario Crespi (coordinatore Wikimedia Italia per la Lombardia) e Giulio Picciolini (socio Wikimedia Italia e docente a Corsico).
  • 18 maggio, Urbino, ore 14.30–18.30: corso wiki a una classe del prof. Boccia Artieri dell’Università di Urbino, tenuto da Federico Leva (dipendente Wikimedia Italia). Iniziativa finanziata dalla comunicazione Telecom Italia.
  • 19 maggio, Milano: Incontro incentrato su Wikipedia con alcuni studenti del Liceo Classico Alessandro Manzoni, con Dario Crespi (coordinatore Wikimedia Italia per la Lombardia)
  • 19 e 20 maggio, Parma: corso formativo su Wikipedia dedicato al personale dell’Ateneo dell’Università di Parma (ore 9.30-14.00, aula E informatica, strada Università 12), tenuto da Federico Leva (dipendente Wikimedia Italia).
  • 20 maggio, Favara AG: Google I/O Extended South Sicily_Favara, organizzato dal GDG Gela presso il Farm Cultural Park. Sarà presente Fabio Rinnone (socio Wikimedia Italia) che terra un intervento su Wikidata.

 

L'articolo Maggio: gli appuntamenti dal 10 al 20 con Wikimedia Italia sembra essere il primo su .

by Alessandra Gasparini at May 09, 2016 09:56 AM

10 maggio, Milano: focus su “OpenStreetMap e ricerca scientifica”

Martedì 10 maggio a Milano Alessandro Palmas interverrà per WIkimedia Italia all’incontro dal titolo “OpenStreetMap e ricerca scientifica. Possibili utilizzi degli open data territoriali nelle scienze sociali”, organizzato da UniData – Bicocca Data Archive, con la collaborazione di Wikimedia Italia presso l’Università di Milano-Bicocca, con lo scopo di esplorare le potenzialità e i vantaggi che OpenStreetMap può avere per la ricerca scientifica.

Alessandro Palmas interverrà alle 14:45 e parlerà di “OSM e le scienze sociali, caso di studio e strumento per analisi e statistiche.

DOVE

Aula de Lillo, Università di Milano-Bicocca

Edificio U7, 2° piano

Via Bicocca degli Arcimboldi 8

Clicca qui per leggere il programma dell’intero evento.

L'articolo 10 maggio, Milano: focus su “OpenStreetMap e ricerca scientifica” sembra essere il primo su .

by Alessandra Gasparini at May 09, 2016 09:40 AM

Wikimania 2016 – ultime novità da Esino Lario

Youth_Hackaton.pdfWikimania 2016 è ormai alle porte e per Esino Lario è arrivato il momento di testare la connettività. Accadrà domenica 22 maggio, quando in paese si terranno delle attività rivolte principalmente a bambini e ragazzi dai 10 ai 15 anni (ma possono partecipare anche i più piccoli) sui temi di Devoxx for kids, progetti Wikimedia e OpenStreetMap, organizzate in collaborazione con Wikimedia CH, Ated4kids di Lugano e il Laboratorio di Cultura Visiva della SUPSI. Sulla pagina del raduno è disponibile il programma della giornata: al mattino attività in aula con laboratori di programmazione, crittografia, Wikipedia e OpenStreetMap, mentre dopo pranzo una caccia al tesoro basata su OpenStreetMap e Wikipedia. Durante tutta la giornata, presso il nuovo Museo delle Grigne, saranno esposti droni, stampanti 3D, Arduino ed esperimenti di fisica. Per partecipare è sufficiente registrarsi su Eventbrite.

Nel frattempo è uscito il primo numero del notiziario Wikimania news distribuito a tutti gli esinesi e disponibile sul sito esinolario.org. Sono presenti interviste a diverse persone coinvolte a diverso titolo in Wikimania Esino Lario: abitanti del paese, membri dell’organizzazione, membri di Wikimedia Foundation e il primo wikipediano registratosi all’evento.

Perché Esino Lario?

In pieno spirito wikimediano, audace e visionario, dopo 10 anni in cui protagoniste assolute degli incontri sono state grandi città come Taipei, Francoforte e Buenos Aires, si è scelto per il 2016 un piccolo borgo in provincia di Lecco. Esino Lario è ricco di storia e molto attivo nei progetti Wikimedia. Il lavoro e l’impegno dei singoli, anche se proveniente da realtà più decentrate, si rivela ancora una volta fondamentale per la crescita della nostra community.

Consulta il sito di Wikimania 2016

L'articolo Wikimania 2016 – ultime novità da Esino Lario sembra essere il primo su .

by Alessandra Gasparini at May 09, 2016 08:48 AM

May 06, 2016

Wikimedia Italia

#1 Wikimania News: i protagonisti del raduno di Wikipedia

A due mesi da Wikimania 2016, conferenza mondiale di Wikipedia che quest’anno si terrà per la prima volta in Italia a Esino Lario, è stato distribuito nelle case dei cittadini il primo numero del notiziario che raccoglie le opinioni di alcuni dei protagonisti dell’evento. Su Wikimania News il sindaco, il parroco, la responsabile generale, i membri della Wikimedia Foundation, gli studenti volontari e tanti altri hanno rilasciato delle brevi interviste sulla manifestazione che si terrà dal 22 al 28 giugno.

Il piccolo paese in provincia di Lecco è stato scelto per ospitare la conferenza, che nelle precedenti edizioni è sempre stata organizzata in grandi metropoli di tutto il mondo: Londra, Città del Messico, Washington, solo per citarne alcune. Sono attesi circa 1000 partecipanti e gli esinesi si sono attivati nell’ultimo anno per accoglierli nel migliore dei modi: le persone, per esempio, verranno ospitate nelle case degli abitanti locali. Inoltre, molti hanno seguito lezioni di inglese per arrivare preparati al confronto con i wikipediani provenienti da ogni continente e diverse strutture comunali hanno subito interventi di recupero e rinnovamento.

Il valore aggiunto di Wikimania 2016 è che tutte le opere rimarranno in eredità agli abitanti del paesino in provincia di Lecco. A questo proposito il sindaco afferma: “Tutta la parte edile della connettività è pronta ed è quello che interessa maggiormente gli esinesi perché lascerà il Wi-Fi in più punti del paese: Municipio, Villa Clotilde, Scuola dell’Infanzia, Palazzetto dello sport ed ex-Cinema”.

Durante Wikimania 2016, non saranno solo gli esinesi a confrontarsi con una serie di novità. Anche per la comunità di Wikipedia questa conferenza si presenta come qualcosa di totalmente nuovo rispetto al passato. “È una cosa un po’ pazza, una sorta di esperimento. […] Conoscere il team locale, il villaggio e la sua gente mi ha rassicurato che si tratta di un’opportunità per un evento unico”, dice Manuel Schneider di Wikimedia Germania.

Le registrazioni per partecipare a Wikimania 2016 sono ancora aperte; al momento circa 600 persone si sono già iscritte. Affrettatevi a prenotare il vostro posto!

L'articolo #1 Wikimania News: i protagonisti del raduno di Wikipedia sembra essere il primo su .

by Wikimedia Italia at May 06, 2016 08:37 AM

Wikimedia news: OpenStreetMap, Wikipediani in residenza e festa di inaugurazione

Wikimedia News - n. 122 - 5 maggio 2016

Banner di Pasquale Signore, [CC BY-SA 3.0]

20-21 maggio: Wikipedia, mappe libere e musei

Il 20 e 21 maggio, a Milano, Wikimedia Italia dedica una due giorni all'open content. Presso BASE Milano e il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci, si terranno diversi eventi: il raduno nazionale di OpenStreetMap Italia, un'editathon, un mapping party e la festa di inaugurazione della nuova sede di Wikimedia Italia. Venerdì 20 maggio, la giornata sarà dedicata al dialogo tra OpenStreetMap e i rappresentanti della pubblica amministrazione. Sabato 21 maggio, in concomitanza con OSMit, la giornata sarà incentrata sulla presentazione dei risultati raggiunti con il progetto "Wikipediani in residenza", in corso presso alcuni musei italiani. Al termine della due giorni di OSMit, è previsto un brindisi con la comunità per l'inaugurazione della nuova sede di Wikimedia Italia, presso BASE Milano. Ti aspettiamo in questo weekend di full-immersion nel mondo Wikimedia. Per segnalare la tua presenza compila il modulo a questo link: consulta il programma e indica a quale momento della giornata parteciperai.


Wikipediani in Residenza di Wikimedia Italia. (Logo Wikipedia di Snowdog (originally uploaded to IT, creaded by Author) [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons) [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons)


Wikipediani in Residenza nei musei

  • Alla biblioteca digitale BEIC prosegue l'inserimento nelle voci di Wikipedia in varie lingue delle bellissime immagini dall'archivio fotografico Paolo Monti: 17.000 foto d'autore caricate su Wikimedia Commons da BEIC all'inizio di aprile (qui una galleria). Questa è la prima volta che l'archivio di un grande fotografo viene concesso con licenza libera e si tratta del rilascio di immagini più grande di sempre in Italia. La BEIC inoltre ha appena inserito su Wikidata oltre 3.000 nuovi identificatori CERL relativi a oltre mille autori.
  • È giunto alla sua conclusione il periodo di residenza al MUSE del wikipediano Niccolò Caranti. La collaborazione si è conclusa con una piccola editathon in cui altri utenti trentini si sono uniti al WiR per supportare lo staff del museo nel lavoro su Wikipedia e Wikisource e hanno avuto la possibilità di fare una visita guidata al MUSE e al suo backstage. Nel corso di questi due mesi numerosi semi sono stati piantati: vi aggiorneremo sui frutti che nasceranno!
  • Lo scorso 18 aprile è iniziata una nuova collaborazione: Simone Massi è il nuovo Wikipediano in Residenza presso il Museo Galileo di Firenze. L'istituzione, con l'aiuto del nostro WiR, condividerà alcuni dei suoi materiali con licenza libera e attiverà dei corsi di formazione su Wikipedia per i suoi dipendenti. Il progetto in corso riguarda sia il museo sia la biblioteca, entrambi dedicati alla storia della scienza e all'eredità galileiana.



Wikimuseums

Foto di Simone Cortesi; rielaborazione di Pasquale Signore. [CC BY-SA 4.0]

Mancano poche ore a Wikimuseums 2016! Il 5 e 6 maggio il Museo Pignatelli di Napoli sarà la casa di una sfida dedicata agli open data per i musei italiani, alla digitalizzazione delle collezioni e all’approccio wiki per il patrimonio culturale, che coinvolgerà cittadini, operatori e professionisti, italiani e stranieri. Wikimedia Italia parteciperà all'evento con un workshop il 6 maggio, dalle 14:30 alle 18:30; sarà un momento di formazione a numero chiuso dedicato a operatori e professionisti museali, per approfondire Wikipedia come strumento di diffusione della cultura. Nell'attesa, ti invitiamo a leggere sul blog di BAM! Strategie culturali, nostro partner, l'intervista a Saverio Giulio Malatesta (coordinatore Wikimedia in Campania) e a Claudio Forziati (coordinatore area biblioteche di Wikimedia in Campania).



OpenStreetMap per le emergenze

Visualizzazione di idranti su mappa con OsmHydrant, [CC-BY-SA-3.0]

A Besana in Brianza (MB), il prossimo sabato 7 maggio, Wikimedia Italia terrà un corso per l'utilizzo dei dati e della cartografia libera e collaborativa OpenStreetMap. Nello specifico, l'incontro è pensato per operatori e volontari della Protezione Civile, Vigili del Fuoco, e chiunque sia interessato nella gestione delle emergenze. Il corso è organizzato in due momenti: dapprima vi sarà una introduzione teorica ai sistemi, programmi e applicazioni di mappatura che utilizzano la tecnologia OpenStreetMap; successivamente seguirà una parte pratica. A partire dalla raccolta dei dati effettuata nelle vicinanze della sede del corso, verranno mostrate in aula le opzioni di implementazione e modifica di tali elementi. Particolare attenzione verrà data al funzionamento del programma OsmHydrant, dell'app OsmAnd, e del sito-vetrina OpenStreetMap. Per iscrizioni e maggiori informazioni è possibile contattare Alessandro Palmas, project manager di OpenStreetMap per Wikimedia Italia, e docente del corso insieme a Dario Crespi (coordinatore regionale Lombardia per Wikimedia Italia).


Mostra di Wiki Loves Monuments a Modena: inaugura Franco Fontana

Franco Fontana alla mostra di WLM presso la Fondazione Fotografia di Modena. Di Giuliana Mancini, [CC BY-SA 4.0], via Wikimedia Commons

Il celebre fotografo Franco Fontana, nel pomeriggio di giovedì 28 aprile, ha incontrato stampa e appassionati di fotografia presso la sede della Fondazione Fotografia di Modena, in occasione della mostra delle trenta migliori foto del 2015 di Wiki Loves Monuments. Continua anche nel 2016 la collaborazione del concorso con un importante partner come APT Emilia Romagna, che fino all'8 maggio ci accompagnerà alla scoperta delle bellezze del territorio. Nelle prossime settimane la mostra toccherà ancora le città di Borgo Valsugana (TN), Baselga di Piné (TN), Esino Lario (LC) e Milano, mentre altre località si stanno man mano aggiungendo.



Europeana Art History Challenge needs you!

Gentile e Giovanni Bellini, predica di San Marco in Alessandria, particolare [Pubblico dominio], via Wikimedia Commons

Per il lancio della Art History Collections, prima raccolta tematica di opere d'arte a cura di Europeana (alleato di lungo corso insieme a Wikimedia per la diffusione della cultura libera), è partita la Art History Challenge: 40 lingue, 300 opere e 28 Paesi europei pronti a dare il loro contributo. L'obiettivo del progetto è quello di dotare del maggior numero di traduzioni, in lingue nazionali o regionali, le opere selezionate da ogni nazione dell'Unione Europea. Oltre a questo impegno su molte voci del patrimonio artistico europeo si aggiunge l'interessante occasione per i wikipediani di confrontarsi con il progetto Wikidata, e migliorare così la qualità dei relativi metadati. Corri a dare il tuo contributo! Hai tempo fino al 30 maggio: ricchi premi ti aspettano!


Appuntamenti e comunicazioni

  • 5 maggio, Bologna: WikiAperitivo mensile, ore 19.30 - 22.00, incontro aperto al pubblico per domande e aiuto relativi ai progetti e all'associazione (pagina per i soci), con Virginia Gentilini (responsabile GLAM di Wikimedia Italia), Giuseppe Profiti (coordinatore Wikimedia Italia per l'Emilia Romagna), Ginevra Sanvitale (direttivo Wikimedia Italia).
  • 6-7 maggio, Roma: Corso introduttivo a Wikipedia con Susanna Giaccai (coordinatore area biblioteche per la regione Toscana) e Luca Martinelli (Responsabile progetti Wikimedia Italia), presso la sede Sapienza Università di Roma ex Vetrerie Sciarra, via dei Volsci 122.
  • 14 maggio, Verona: primo incontro interregionale, in occasione dei 15 anni di Wikipedia in italiano, con incontro la mattina per i volontari che vogliono lavorare con le scuole (dettagli per i soci).
  • 14 maggio, Besenello (TN): Incontro "Open Street Map, condividere la conoscenza del territorio", nell'ambito del festival "Portobeseno 2016", organizzato dall'associazione Libera Mente.
  • 16 maggio, Genova: Corso di approfondimento su Wikipedia alla Biblioteca Universitaria con Susanna Giaccai (coordinatore area biblioteche per la regione Toscana).
  • 16 maggio, Urbino: corso Come diventare wikipediani con AIB Marche, nell'aula informatica dell'Università di Urbino in via Saffi 15 alle ore 11 – 18, tenuto da Federico Leva (dipendente Wikimedia Italia). Vedi pagina di lavoro in Wikipedia.
  • 18 maggio, Urbino: corso wiki a una classe del prof. Boccia Artieri dell'Università di Urbino, tenuto da Federico Leva (dipendente Wikimedia Italia). Iniziativa promossa da Telecom Italia.
  • 20 maggio, Favara AG: Google I/O Extended South Sicily_Favara, organizzato dal GDG Gela presso il Farm Cultural Park. Sarà presente Fabio Rinnone (socio Wikimedia Italia) che terrà un intervento su Wikidata.

Novità da Esino Lario - Wikimania 2016

Depliant della Youth Hackathon, di Ilario Valdelli (Opera propria) [CC BY-SA 4.0], attraverso Wikimedia Commons

Wikimania 2016 è ormai alle porte e per Esino Lario è arrivato il momento di testare la connettività. Accadrà domenica 22 maggio, quando in paese si terranno delle attività rivolte principalmente a bambini e ragazzi dai 10 ai 15 anni (ma possono partecipare anche i più piccoli) sui temi di Devoxx for kids, progetti Wikimedia e OpenStreetMap, organizzate in collaborazione con Wikimedia CH, Ated4kids di Lugano e il Laboratorio di Cultura Visiva della SUPSI. Sulla pagina del raduno è disponibile il programma della giornata: al mattino attività in aula con laboratori di programmazione, crittografia, Wikipedia e OpenStreetMap, mentre dopo pranzo una caccia al tesoro basata su OpenStreetMap e Wikipedia. Durante tutta la giornata, presso il nuovo Museo delle Grigne, saranno esposti droni, stampanti 3D, Arduino ed esperimenti di fisica. Per partecipare è sufficiente registrarsi su Eventbrite.

Nel frattempo è uscito il primo numero del notiziario Wikimania news distribuito a tutti gli esinesi e disponibile sul sito esinolario.org. Sono presenti interviste a diverse persone coinvolte a diverso titolo in Wikimania Esino Lario: abitanti del paese, membri dell'organizzazione, membri di Wikimedia Foundation e il primo wikipediano registratosi all'evento.


Novità dal mondo OpenStreetMap

L'intervento per il terremoto in Ecuador ha generato più di un milione e mezzo di modifiche nell'arco di una settimana
  • OSM 4 Dyslexic è una nuova app che permette alle persone affette da dislessia di consultare più agilmente una mappa. In tema di accessibilità, Google.org ha finanziato con 825 mila euro lo sviluppo di Wheelmap.
  • OSM Analytics è una piattaforma web che permette di condurre analisi sui dati storici di OpenStreetMap (al momento in particolare sulle strade e gli edifici) sviluppata da Martin Raifer per l'Humanitarian OpenStreetMap Team grazie ad un grant della Knight Foundation.


Novità dal mondo Wiki

Vista del suolo lunare con la Terra all'orizzonte. [Pubblico dominio], via Wikimedia Commons
  • Wikimedia Germania ha lanciato una sfida alla comunità: portare Wikipedia a bordo di una missione privata verso la Luna. La community è chiamata a decidere quali voci dell'enciclopedia verranno portate sul suolo lunare dalla sonda. La discussione rimarrà aperta fino al 3 giugno 2016.
  • Il Wikimedia Hackathon in Gerusalemme sarà ricordato come un vero successo! È la prima volta che questo evento viene organizzato fuori dall'Europa occidentale. Inoltre, il raduno ha permesso anche che si svolgesse un WikiArabia technical meetup nelle città di Amman e Ramallah. Un successo oltre le aspettative iniziali, che si spera si traduca in un'espansione di attività tecnologiche inerenti Wikimedia nella regione. Guarda il video!
  • In occasione della giornata internazionale dei lavoratori, il blog di Wikimedia ha raccolto le biografie di nove persone che hanno dato la vita per i diritti dei lavoratori.
source: http://wiki.wikimedia.it/wiki/Wikimedia_news/numero_122

L'articolo Wikimedia news: OpenStreetMap, Wikipediani in residenza e festa di inaugurazione sembra essere il primo su .

by Francesca at May 06, 2016 07:12 AM

May 03, 2016

Wikimedia Italia

20 e 21 maggio: venite a trovarci all’evento “Wikipedia, mappe libere e musei”

BASE Milano

Foto: mappa con la nuova sede di Wikimedia Italia presso BASE Milano, in via Bergognone 34.

Wikimedia Italia organizza un evento di due giorni dedicato all’open content, ricco di interessanti contenuti e momenti di divertimento:

  • Venerdì 20 maggio e sabato 21 maggio si terrà il raduno della comunità italiana di OpenStreetMap (presso BASE Milano): venerdì 20 maggio la giornata sarà rivolta specificatamente al dialogo e alla formazione dei professionisti della pubblica amministrazione, mentre sabato 21 maggio gli incontri saranno dedicati alla comunità italiana di OpenStreetMap.
  • Sabato 21 maggio presso il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci [mappa] si terranno un’editathon e un mapping party, nell’ambito di una giornata dedicata ai musei che ospitano il progetto “wikipediani in residenza”.
  • Sabato 21 maggio, dalle 17:30 in poi faremo insieme un divertente brindisi per l’inaugurazione della nuova sede milanese di Wikimedia Italia a BASE [mappa].

Partecipare è molto semplice, basta registrarsi compilando il form online, che ci permetterà di monitorare le presenze ai diversi momenti previsti dal programma e di regalare a tutti un’esperienza wikimediana indimenticabile.

Registratevi, vi aspettiamo!

Il programma definitivo è scaricabile in pdf anche cliccando su questo link, mentre in Wikipedia:Raduni è presente una pagina riassuntiva, con indicazioni sui trasporti e il pernottamento. Le stesse informazioni sono riepilogate sul sito della conferenza dedicato ai mappatori e sulla wiki di OpenStreetMap.

L'articolo 20 e 21 maggio: venite a trovarci all’evento “Wikipedia, mappe libere e musei” sembra essere il primo su .

by Alessandra Gasparini at May 03, 2016 09:31 AM

May 02, 2016

Wikimedia Italia

2 – 8 maggio: tutti gli appuntamenti della settimana

La prima settimana di maggio si annuncia ricca di appuntamenti, in molte città d’Italia! Saranno infatti molteplici le occasioni per incontrare gli esperti wikimediani e wikipediani, grazie ai quali avvicinarsi alle attività e ai progetti su cui la nostra associazione è attiva.

Come sempre, si alterneranno incontri dedicati ai professionisti di diversi settori – che beneficeranno di corsi formativi e focus sugli open data – con eventi aperti a tutti, soprattutto studenti, che potranno avvicinarsi in modo utile e divertente al mondo di Wikipedia.

  • 4 maggio, Pompei: presentazione conclusiva del progetto OpenCoesione “Ficcanaso Autorizzate”. Partecipa Saverio G. Malatesta (coordinatore Wikimedia Italia per la Campania) a rappresentanza della collaborazione con Wikimedia Italia.
  • 6-7 maggio, Roma: Corso introduttivo a Wikipedia con Susanna Giaccai (coordinatore area biblioteche per la regione Toscana) e Luca Martinelli (Responsabile progetti Wikimedia Italia), presso la sede Sapienza Università di Roma ex Vetrerie Sciarra, via dei Volsci 122. L’incontro sarà riservato a un gruppo di donne dell’Associazione Toponomastica femminile, che punta a incentivare l’intitolazione di strade cittadine a donne che hanno avuto rilievo nella vita culturale, sociale e politica italiana.
  • 7 maggio, Vicenza, liceo Quadri: assemblea, ore 8.10–10.00: SE FOTOGRAFANDO…, …io potessi condividere la mia città: Come condividere le foto sul web e contribuire all’ampliamento della conoscenza libera. Come partecipare al concorso fotografico Wiki Loves Monuments 2016. Con Marco Chemello (coordinatore Wikimedia Italia per il Veneto).

Foto in homepage: il banner di Wikimuseums

 

L'articolo 2 – 8 maggio: tutti gli appuntamenti della settimana sembra essere il primo su .

by Alessandra Gasparini at May 02, 2016 09:12 AM

April 29, 2016

Wikimedia Italia

7 maggio: OpenStreetMap per le emergenze

Sabato 7 maggio, a Besana in Brianza (MB), Wikimedia Italia terrà un corso per l’utilizzo dei dati e della cartografia libera e collaborativa OpenStreetMap.

L’incontro è pensato in particolare per la Protezione Civile, i Vigili del Fuoco e chiunque sia coinvolto nella gestione delle emergenze. L’appuntamento è per il pomeriggio, in via San Siro 23A (Montesiro): dalle 14 alle 16 si terrà il primo modulo, Mappare il territorio, mentre dalle 16 alle 19 avrà inizio la seconda parte dell’incontro, Inserimento e stampa dei dati.

Sono numerose le situazioni di emergenza in cui OpenStreetMap può fornire un aiuto importante; anche i piccoli casi quotidiani che si trovano a fronteggiare la Protezione Civile e i Vigili del Fuoco.

Il costo del corso per singolo partecipante è di € 55.
Per iscrizioni e informazioni è possibile contattare Alessandro Palmas, project manager di OpenStreetMap per Wikimedia Italia, all’indirizzo alessandro.palmas@wikimedia.it o al numero 393/8251416.

 

Programma

Modulo 1 – Mappare il territorio | 2 ore | dalle 14 alle 16
Come mappare il territorio dotati di GPS (anche non professionale) e smartphone. Si apprenderanno le modalità di utilizzo ottimale degli strumenti, i tag principali usati per descrivere diverse categorie di oggetti e i metodi alternativi di “mappatura”. I dati raccolti saranno caricati su pc e verrà valutato il livello di precisione ottenuto. Esposizione delle caratteristiche di OsmHydrant.

Modulo 2 – Inserimento e stampa dei dati | 3 ore | dalle 16 alle 19
Verranno mostrate le opzioni più usate dai mappatori per aggiungere e modificare elementi in OpenStreetMap, inserendo informazioni descrittive (tag) agli oggetti che verrano poi caricati sul database. In particolare sarà illustrato l’editor web ID (integrato nel sito www.openstreetmap.org per pc) e sarà spiegato il funzionamento di OsmHydrant. Saranno poi realizzate stampe di mappe da OsmHydrant.

 

L'articolo 7 maggio: OpenStreetMap per le emergenze sembra essere il primo su .

by Wikimedia Italia at April 29, 2016 02:03 PM

April 19, 2016

Wikimedia Italia

Wikimuseums 2016 – Musei e comunità pensanti: l’approccio Wiki

L’appuntamento con Wikimuseums 2016 si avvicina. Il 5 e 6 maggio 2016 il Museo Pignatelli di Napoli ospiterà due giornate di incontri dedicati alla sfida della partecipazione digitale per il patrimonio culturale delle nostre città, che coinvolgeranno operatori dei musei e creativi, cittadini napoletani e professionisti, italiani e stranieri.

Wikimedia Italia parteciperà all’evento con un workshop il 6 maggio 2016, dalle 14:30 alle 18:30: un momento di formazione a numero chiuso dedicato a operatori e professionisti dei musei e del patrimonio culturale, per approfondire l’uso di uno degli strumenti di divulgazione più diffusi al mondo, Wikipedia.

Nell’attesa, sul blog del sito bamstrategieculturali.com è stata pubblicata un’intervista a Saverio Giulio Malatesta, coordinatore Wikimedia in Campania, e a Claudio Forziati, coordinatore area biblioteche di Wikimedia in regione, che riportiamo di seguito:

Wikimuseums nasce con l’obiettivo di raccontare e sperimentare casi e metodi per aprire i nostri musei e le nostre istituzioni culturali verso una forma più partecipata, inclusiva, informata, giocosa e innovativa di divulgazione. Per muoverci in questa direzione, il nostro primo alleato non poteva che essere Wikimedia Italia.

Nonostante i tanti impegni (su tutti la preparazione di Wikimania, il raduno mondiale di Wikipedia che per la prima volta nel giugno 2016 sbarcherà in Italia occupando per una settimana un intero paesino sulle Alpi lombarde), Wikimedia ci ha dato il suo supporto. Così ora abbiamo la fortuna di lavorare insieme ad alcuni valorosi wikipediani, che ci affiancheranno in tutto il percorso e soprattutto nel Workshop di venerdì 6 maggio, in cui professionisti e operatori dei musei italiani potranno cimentarsi in prima persona nell’editing di voci Wikipedia, a partire dalla collezione del Museo Pignatelli.

Per iniziare a capire cosa ci aspetta abbiamo fatto qualche domanda a Saverio Giulio Malatesta, coordinatore Wikimedia in Campania, e a Claudio Forziati, coordinatore area biblioteche di Wikimedia in regione.

D: Iniziamo da una parola chiave: GLAM. Cos’è?

R: GLAM è un progetto di Wikipedia dedicato a migliorare i contenuti dell’enciclopedia relativi al settore culturale. In concreto, si tratta di un gruppo di creatori di voci di Wikipedia che discute su come gestire le pagine relative a Gallerie, Biblioteche, Archivi e Musei (da qui, in inglese, GLAM). Ad esempio ci si confronta su cosa devono comprendere le voci e in che ordine devono essere esposte le informazioni. L’obiettivo è consentire un accesso quanto più ampio, libero e gratuito possibile ai patrimoni conservati dagli enti culturali: per fare questo si cerca la collaborazione e il coinvolgimento dei professionisti del settore.

D: Mi fate qualche esempio di azione possibile?

R: Grazie agli strumenti wiki, che consentono di produrre e condividere contenuti in maniera collaborativa, le possibilità sono moltissime. Si possono creare voci nei settori di competenza su Wikipedia, oppure rendere accessibili le collezioni tramite immagini ad alta risoluzione, grazie a Wikimedia Commons. Allo stesso tempo si possono condividere e rendere riusabili i dati tramite Wikidata. Tutti modi per valorizzare il ruolo divulgativo delle istituzioni e far sì che la loro attività di ricerca raggiunga un pubblico più ampio.

D: Se sono un operatore museale, da dove posso cominciare?

R: Puoi iniziare cercando le informazioni sul progetto GLAM e in particolare quelle relative alle collaborazioni con i musei. E puoi prendere ispirazione dalle pratiche adottate da musei di tutto il mondo: il British Museum, il Museo Picasso, oppure, per restare in Italia, le collaborazioni con il MART di Trento e Rovereto e il Museo Leonardo da Vinci di Milano. Quest’ultimo si avvale di una figura esperta, il Wikipediano in residenza, che forma gli operatori e facilita il loro contributo, aiutandoli a creare i contenuti e a selezionare i materiali, sia quelli in pubblico dominio sia quelli per i quali è necessario richiedere agli enti il rilascio con licenze che ne consentano la massima diffusione e possibilità di riuso.

D: E per il pubblico, invece, cosa cambia?

R: Crediamo che l’apertura e la condivisione dei dati inneschino un processo virtuoso sia nel fare che nel fruire cultura. Poter accedere liberamente ai contenuti di un archivio, visualizzare i quadri esposti in una galleria, consultare i testi di una biblioteca, esplorare le collezioni di un museo: sono gli elementi base per un coinvolgimento in prima persona del visitatore curioso, libero di muoversi liberamente all’interno di un’offerta culturale. Per un ricercatore rappresentano anche una nuova possibilità di contatto con i curatori; per uno studente, una nuova chiave di lettura e un mezzo di scoperta. La libera condivisione e fruizione culturale, in un gioco di sponda tra istituzioni culturali, enti di formazione e cittadinanza, comporta la responsabilizzazione nei confronti del patrimonio: un individuo, visitatore o cittadino, interiorizza parte di una storia più grande e diviene membro effettivo di una comunità consapevole.

D: Un esempio di questa comunità consapevole?

R: Wiki Loves Monuments! Un’iniziativa nata nel 2010 nei Paesi Bassi come mezzo di sensibilizzazione verso le licenze libere e i progetti wiki, attraverso lo scatto di fotografie e il loro successivo caricamento in Wikimedia Commons, che è poi letteralmente esplosa, vedendo ogni settembre la partecipazione di migliaia di persone. Nell’ultima edizione hanno partecipato circa 40 nazioni nel mondo: in Italia si è assistito a un grandioso sforzo collettivo dal basso, che ha visto prima la diffidenza delle istituzioni – a causa di alcune restrizioni legislative sulla libertà di panorama, e non solo – quindi una sempre maggiore collaborazione e apertura. È diventato sempre più chiaro che l’iniziativa costituiva uno strumento potente di di coinvolgimento della cittadinanza: un momento collettivo di sensibilizzazione e attenzione verso il patrimonio culturale e ambientale.

Per chi vuole saperne di più l’appuntamento è a Wikimuseums, il 5 e 6 maggio a Napoli; e per i musei che vogliono iniziare a mettersi in gioco, le iscrizioni al Workshop sono aperte fino a mercoledì 20 aprile!

L'articolo Wikimuseums 2016 – Musei e comunità pensanti: l’approccio Wiki sembra essere il primo su .

by Alessandra Gasparini at April 19, 2016 03:29 PM

April 18, 2016

Wikimedia Italia

17mila foto d’autore: da BEIC e Wikimedia Italia il rilascio di immagini più grande di sempre

Grazie alla collaborazione tra Wikimedia Italia e BEIC – Biblioteca europea di informazione e cultura è stato raggiunto uno storico risultato: per la prima volta sono state rese disponibili gratuitamente online quasi 17mila foto provenienti dal Fondo Paolo Monti (1908-1982), celebre fotografo esponente di spicco della cultura milanese degli anni sessanta e settanta.

La comunità wikipediana ha accolto con entusiasmo la notizia, tanto che in pochi giorni la voce di Wikipedia relativa a Paolo Monti è già stata spontaneamente tradotta dagli utenti in inglese, francese e ucraino. Le foto andranno ad arricchire le voci di Wikipedia nelle varie lingue.

Wikimedia Italia e BEIC hanno diffuso un comunicato stampa congiunto per rendere nota la notizia. Lo riportiamo di seguito:

 

Paolo_Monti_-_Servizio_fotografico_(Roma,_1966)_-_BEIC_6329127

Paolo Monti – Servizio fotografico (Roma, 1966) – BEIC 6329127                           CC-BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

COMUNICATO STAMPA

BEIC rilascia su Wikipedia 17mila foto d’autore, col supporto del “wikipediano in residenza” di Wikimedia Italia.

Le foto dell’archivio Paolo Monti andranno ad arricchire le voci della più grande enciclopedia mai scritta. È la prima volta in Italia.

La collaborazione tra BEIC – Biblioteca europea di informazione e cultura e Wikimedia Italia, iniziata nel 2014 con l’istituzione della figura del wikipediano in residenza presso la Biblioteca, ha oggi portato a uno storico risultato: quasi 17mila foto, provenienti dal fondo Paolo Monti, sono state rese disponibili gratuitamente online su Wikimedia Commons, il database fotografico di Wikipedia.

L’intero fondo Paolo Monti (1908-1982), celebre fotografo esponente di spicco della cultura milanese degli anni sessanta e settanta, è attualmente collocato presso il Civico Archivio Fotografico del Comune di Milano ed è stato acquisito dalla Fondazione BEIC nel 2008. La BEIC ne ha commissionato la completa inventariazione e ha incluso il catalogo nella propria biblioteca digitale, permettendo così l’accesso a quasi 17000 foto digitalizzate, ora disponibili con licenza libera Creative Commons compatibile con Wikipedia.

LLe foto dell’archivio Paolo Monti andranno ad arricchire le voci della più grande enciclopedia mai scritta. È la prima volta in Italia.’operazione, di alto profilo culturale e storico, è stata compiuta nell’ambito della collaborazione che prosegue da oltre due anni tra la BEIC e Wikimedia Italia – associazione per la diffusione della conoscenza libera, corrispondente ufficiale di Wikimedia Foundation, l’organizzazione non profit statunitense che opera i server di Wikipedia. “È la prima volta che l’archivio di un grande fotografo italiano viene reso disponibile online, liberamente, per essere inserito nelle voci di Wikipedia. È una sfida stimolante”, ha spiegato Chiara Consonni, referente del progetto per la BEIC. “Si tratta della più importante concessione di questo tipo in Italia da parte di una istituzione culturale”, ha precisato con soddisfazione Lorenzo Losa, presidente di Wikimedia Italia.

La lunga collaborazione tra BEIC e Wikimedia è possibile grazie alla presenza di un wikipediano in residenza, cioè un esperto di Wikipedia e membro attivo della sua comunità. Dall’inizio del 2016 il ruolo di wikipediano in residenza presso la BEIC è ricoperto da Marco Chemello, che è subentrato a Federico Leva, il quale continua ad assistere il progetto e ha contribuito all’operazione di caricamento delle immagini su Wikimedia Commons, svoltasi tra l’8 e il 9 aprile. “Subito la comunità degli utenti ha iniziato a darci una mano in modo entusiasta, rapido e sorprendente” – ha dichiarato Marco Chemello, il wikipediano in residenza – “e presto tutti potranno godere delle fotografie in tantissime di voci di Wikipedia, in molte lingue diverse”.

Lo staff di BEIC, composto da esperti nei vari ambiti della biblioteconomia, è attivo dal 2014 su Wikipedia, dove ha inserito migliaia di riferimenti bibliografici, frontespizi e interi libri digitalizzati, nuove voci su autori e opere storiche, contribuendo a migliorare la qualità e la copertura dell’enciclopedia più usata nel mondo. Finora sono state oltre 60 milioni le visualizzazioni dei contenuti iconografici inseriti da BEIC, presenti in 100 lingue diverse grazie alla collaborazione della vasta comunità di utenti dell’enciclopedia libera.

———————

Fondazione BEIC

La Fondazione Biblioteca Europea di Informazione e Cultura (fondazione di Partecipazione, riconosciuta il 6 febbraio 2004) promuove, forma e diffonde espressioni della cultura e dell’arte, perseguendo finalità di istruzione ed educazione attraverso la realizzazione e la gestione della Biblioteca Europea di Informazione e Cultura.

http://www.beic.it/
Paolo Monti

Fotografo italiano (1908-1982), è considerato uno degli artisti più spiccatamente intellettuali della fotografia contemporanea italiana.

Nel primo periodo della sua produzione, Monti sperimentò l’astrattismo con effetti quali la sfocatura e la diffrazione. Nel 1953 divenne un fotografo professionista, documentando principalmente l’architettura, contemporanea e non, per riviste e cataloghi. Nel 1980 ricevette dal Presidente della Repubblica Sandro Pertini il Premio Nazionale Zanotti Bianco per il “contributo decisivo ad affinare le coscienze e diffondere le responsabilità per il restauro conservativo delle nostre città storiche”.

http://www.beic.it/it/articoli/fondo-paolo-monti

———————

Foto di copertina: Paolo Monti – Servizio fotografico (Roma, 1966) – BEIC 6329127 –  CC-BY-SA 4.0 via Wikimedia Commons

L'articolo 17mila foto d’autore: da BEIC e Wikimedia Italia il rilascio di immagini più grande di sempre sembra essere il primo su .

by Alessandra Gasparini at April 18, 2016 10:58 AM

April 11, 2016

Wikimedia Italia

La Stanford Encyclopedia of Philosophy e Wikipedia

Qualche giorno fa su Repubblica è stato pubblicato un interessante articolo di Simone Cosimi che ha parlato della SEP, la Stanford Encyclopedia of Philosophy che raccoglie circa 1500 articoli sui vari campi della filosofia ed è disponibile on line. L’articolo è interessante non solo perché presenta al grande pubblico una risorsa davvero valida – negli ultimi mesi mi è più volte capitato di consultarla per alcuni temi legati alla filosofia della matematica – ma anche perché cita la propria fonte, un articolo di Quartz del settembre scorso. Oltre a raccontare la storia della SEP, che è nata vent’anni fa all’interno della Stanford University, il suo modello viene confrontato in termini di completezza, affidabilità e aggiornamento non solo con Wikipedia ma anche con altri strumenti di diffusione della conoscenza, partendo dai libri e arrivando a sistemi a domanda e risposta come Quora e StackExchange. Inutile rimarcare come nel testo la SEP vinca a man bassa.

Il punto è che non ha un grande senso confrontare modelli così diversi. Tralasciamo il problema del copyright – la SEP non permette il riuso del suo testo altrove ma solo la copia privata – perché dal punto di vista di chi cerca informazioni la cosa è irrilevante. Per il resto, è ovvio che il prodotto stanfordiano sia molto più affidabile rispetto a Wikipedia, che affidabile non è per nulla se non per appoggiarsi su altre fonti affidabili. Sulla completezza delle singole voci siamo tutti d’accordo che Wikipedia ha ancora molta strada da fare: il modello della SEP, con una voce scritta da un accademico e rivista da un comitato editoriale ristretto (che poi è come è sempre stata la Treccani) fa sì che le sue voci siano quasi automaticamente dei piccoli saggi autocontenuti, e se non lo fossero c’è chi fa le pulci.

Quello che però si tende a dimenticare è che un modello di questo tipo non è scalabile né applicabile a tutto lo scibile umano. In un campo accademico relativamente ristretto come la filosofia possiamo pensare che i professori dedichino gratuitamente parte del proprio tempo a scrivere una voce in un luogo autorevole, visto che ci possono anche mettere la firma; Wikipedia però nasce per contenere tutto il possibile, e non credo proprio che nessuno avrà mai interesse a preparare la Fujiyama Enciclopedy of Pokémon… In definitiva ben vengano tanti progetti come la SEP: speriamo che anche in Italia ci siano università così lungimiranti da preparare simili enciclopedie, meglio ancora se con una licenza libera!

L'articolo La Stanford Encyclopedia of Philosophy e Wikipedia sembra essere il primo su .

by .mau. at April 11, 2016 07:58 AM

April 07, 2016

Wikimedia Italia

Firenze 2016 – Assemblea Wikimedia Italia

Sabato 9 aprile a Firenze si terrà l’assemblea dei soci di Wikimedia Italia, presso la Biblioteca delle Oblate (via dell’Oriuolo 24).

I posti della sala sono limitati, perciò occorre iscriversi compilando il modulo online su Eventbrite. Tutti i dettagli sono disponibili sulle pagine dedicate, aggiornate man mano che i particolari vanno definendosi: pagina per i soci; pagina per il pubblico.

Per partecipare all’assemblea è necessario registrarsi (gratuitamente) compilando l’apposito modulo; inoltre, si può segnalare la propria presenza anche in wikina. Per chi, tra i soci, non riuscisse a partecipare di persona ricordiamo che è possibile delegare un altro socio.

Programma

Nota: il programma potrebbe subire aggiornamenti.

Mattina (10:00 – 13:00)

  • Discussione sui progetti dell’associazione per il 2016
    • Wikimania 2016
    • Attività dei coordinatori
  • Relazione sulle attività del 2015

Pomeriggio (14:00 – 18:00)

  • Ratifica dei nuovi iscritti e rimozione dei soci morosi
  • Modifiche al regolamento
  • Ratifica delle delibere del Consiglio direttivo
  • Votazione del regolamento sul conflitto d’interessi
  • Bilancio consuntivo 2015
  • Bilancio preventivo 2016
  • Rinnovo delle cariche sociali (consiglio direttivo e collegio dei garanti)
  • Varie ed eventuali

Partecipanti

La partecipazione è aperta a tutti, vi aspettiamo!

In copertina: “Un momento dell’assemblea di Wikimedia Italia del 21 marzo 2015 a Modena: foto di gruppo” – foto di Dario Crespi (own work), CC-BY-SA 4.0 via Wikimedia Commons.

L'articolo Firenze 2016 – Assemblea Wikimedia Italia sembra essere il primo su .

by Alessandra Gasparini at April 07, 2016 12:21 PM